Sulle onde del Mediterraneo: il Capodanno Bizantino

Amalfi e Atrani pronte a rituffarsi nel Medioevo con Tullio De Piscopo, Fiorenza Calogero e Valentina Stella
di Marco De Rosa - 28 Agosto 2018
Sulle onde del Mediterraneo: il Capodanno Bizantino

Con il disvelamento dell'immagine che ha fatto da icona alla nuova edizione, è tutto pronto per il Capodanno Bizantino. Amalfi e Atrani sono pronte a rituffarsi, il prossimo 31 agosto e 1 settembre, nella grandeur medioevale dell'Antica Repubblica Marinara con uno straordinario evento storico che trae spunto dall'eminenza politica delle civitates per offrire un carnet di appuntamenti di alto profilo culturale e spettacolare, che faranno da cornice alla proclamazione del nuovo Magister di Civiltà Amalfitana.

"Sulle onde del Mediterraneo" è il tema della nuova edizione, dedicata al Mare Nostrum in tutte le sue sfaccettature, a quel mare che con i suoi colori e con le culture, le conoscenze e le arti che lungo i suoi orizzonti si sono fuse, ha fatto la storia del Ducato Marinaro di Amalfi.

Il Capodanno Bizantino giunge quest'anno alla XVIII edizione. L'edizione della maturità, che sposta il suo asse ancora di più sul piano internazionale, dopo l'apertura all'estero fatta l'anno scorso con la nomina a magister dell'artista Josè Manuel Cargaleiro. La nuova edizione del Capodanno Bizantino prevede anche una serie di importanti novità, pur nel rispetto dell'aderenza storica della rievocazione, che saranno ben visibili nei prossimi giorni con l'annuncio del programma completo e del nome del Magister Civitatis Amalfie. Una tra tutte, è che il programma di eventi non si fermerà alla due giorni della rievocazione, ma proseguirà nel corso dei mesi di settembre e ottobre.

Il suggestivo Corteo Storico rievocativo, con oltre 100 figuranti in costume d’epoca, farà da cornice anche quest'anno alla cerimonia di investitura del Magister di Civiltà Amalfitana, con l’affascinante rito medievale ispirato all'incoronazione dei Duchi di Amalfi, suggellato dalla presenza dell’Arcivescovo di Amalfi – Cava de’ Tirreni, monsignor Orazio Soricelli.

IL PROGRAMMA

Si inizia venerdì 31 Agosto alle 18.30 nell'Antico Arsenale della Repubblica con la tradizionale tavola rotonda a cura delCentro di Cultura e Storia Amalfitana. Nell'anno in cui il Magister è per la prima volta una donna il tema del convegno è “Donne, mercanti e committenti nel Medioevo amalfitano”. Alle 20.00 in Largo Duca Piccolomini ad Amalfi ci sarà l' intervista al Magister Lia Rumma, condotta dalla giornalista de Il Mattino Erminia Pellecchia, durante la quale emergerà il rapporto che lega il Magister alla città, nel ricordo delle importantissime pagine della storia dell'arte mondiale scritte con le esposizioni organizzate ad Amalfi da Marcello e Lia Rumma.

Sabato 1 settembre il denso programma di appuntamenti comincia alle 10.30, al Molo Domenico Cassone, ad Amalfi, per una inedita versione delle Passeggiare Bizantine a cura di Mediateur: “Li Turchi a la marina”, una affascinante visita guidata dal mare alla riscoperta delle antiche torri vicereali. Per prenotare la visita vanno contattati i recapiti riportati sulla pagina ufficiale facebook del Capodanno Bizantino. Nei prossimi mesi Mediateur promuoverà ulteriori eventi collegati al Capodanno Bizantino sul tema dei paesaggi culturali e sulla rete dei musei del mare.

Nel pomeriggio del primo settembre, alle 17.45, in Piazza Duomo ad Amalfi c'è l'esibizione degli “Sbandieratori Città de la Cava”. Alle 18.00 da Piazza Spirito Santo parte il Corteo Storico con oltre 100 figuranti, che alle 19.00 arriverà ad Atrani, dove sulle scale della Chiesa di San Salvatore de' Birecto dove ci sarà l'investitura del Magister seguendo l'antico rito di incoronazione dei duchi reggenti del Ducato Marinaro di Amalfi. Al termine del rito il corteo ripartirà verso Amalfi, dove in Piazza Duomo ci sarà la presentazione del Magister alla cittadinanza. Alle 20.45, sempre in Piazza Duomo ci sarà lo spettacolo di fuoco della “Compagnia Lumen Invoco”. Alle 21.30 ci si trasferisce in Piazza Municipio per il concerto di Tullio De Piscopo & Friends. La serata sarà scandita dall'energia del cantante e percussionista, considerato uno dei più grandi percussionisti del jazz italiano ed internazionale. Un musicista puro e raffinato, che porta il ritmo scritto nel DNA. Tullio De Piscopo ha il calore del Sud, l'energia che contraddistingue questa terra, e quando si ascoltano le sue performance lo si avverte fino ad essere travolti dal ritmo. Lo spettacolo sarà un percorso che attraversa i più grandi successi di De Piscopo come percussionista e cantante, un live show unico, con tutta l’energia che l’artista sprigiona in ogni sua performance.

Per la prima volta il Capodanno Bizantino non si ferma il primo settembre, ma continua nelle settimane successive, con artisti fortemente ancorati al tema: “Sulle Onde del Mediterraneo”.

Domenica 16 Settembre alle 21.00 in Piazza Municipio Fiorenza Calogero, con un ensemble di alcuni dei migliori musicisti della Campania propone il concerto “Vento del sud” con la partecipazione straordinaria di Marcello Colasurdo. Voce mediterranea inconfondibile, che nella sua ventennale carriera tra l'altro è stata tra le colonne de La Gatta Cenerentola di Roberto De Simone e di “Passione “ di John Turturro, Fiorenza Calogero con “Vento del Sud” parla di tutto quello che il vento del Mediterraneo, grande fucina nella quale le culture sono nate fondendosi nell'accoglienza, può portare; parla della fortuna di essere gente del viaggio e dello spostamento. Un omaggio che si dipana attraverso i ritmi mediterranei della musica tradizionale senza trascurare incursioni nei sound più moderni di D'Angiò, Bennato, Faiello, De Simone.

Sabato 29 settembre un'altra voce mediterranea in concerto alle 21.00 in Piazza Municipio: Valentina Stella, la voce antica di Napoli, ereditata dal padre Ernesto Iorio, noto interprete della “posteggia”. Nel corso della sua lunga carriera, che l'ha vista tra l'altro ospite fissa degli spettacoli del Bagaglino, interprete principale dello spettacolo di successo mondiale “Novecento Napoletano” affianco a Marisa Laurito, voce che scandisce i momenti salienti del film Benvenuti al Sud con la canzone “Passione Eterna”, ha tracciato una strada importante nel mondo della canzone partenopea. Ad Amalfi porterà in scena un concerto che propone il sound di una delle rive più note del Mediterraneo, quella Napoli chiusa tra il blu del mare e il verde del Vesuvio, e che dal mare trae tanta della sua cultura.