Giffoni Film Festival: presentata la 48sima edizione

Dal 20 al 28 luglio 2018, migliaia di giovani pronti a vivere l'eseprienza più magica che ci sia
di Redazione Ecampania.it - 10 Luglio 2018
Giffoni Film Festival: presentata la 48sima edizione

Cento opere, di cui 11 italiane, in concorso nelle 8 sezioni competitive che richiamano a Giffoni Valle Piana, in provincia di Salerno, 5601 giurati provenienti da 52 Paesi del mondo, 13 anteprime, 6 eventi speciali, 28 film tra eventi, maratone e rassegne, oltre 90 talent e ospiti tra cinema, musica, tv, web, scrittori, autori, imprenditori e rappresentanti delle Istituzioni attesi sul Water Carpet della Cittadella del Cinema e della Multimedia Valley, 9 Meet the Stars riservati a 8000 fans non in giuria, 5 sezioni Masterclass con i nomi più interessanti della scena cinematografica, radiofonica, televisiva, musicale e green, 21 live gratuiti, 1 contest per artisti emergenti della scena Trap e Rap, oltre 15 incontri  e laboratori dedicati all’innovazione digitale, 30 laboratori didattici e creativi, più di 200 eventi gratuiti, con un pubblico di 250.000 persone atteso in dieci giorni: sono questi i numeri della 48esima edizione del Giffoni Film Festival, in programma dal 20 al 28 luglio 2018.

L'evento si conferma un punto di riferimento dell'offerta culturale italiana non solo per l'attenzione rivolta alla formazione dei ragazzi, al centro delle tante iniziative nazionali e internazionali, promosse tutto l'anno da Giffoni Experience, e volte all'educazione all'arte cinematografica e alle nuove tecnologie audiovisive, ma anche per la sensibilizzazione ai valori dell'integrazione, dell'accoglienza, dello scambio e della condivisione di cultura e tra culture, da sempre fulcro del Festival.

Quest’anno i giurati saranno 5601, ben 1000 in più rispetto al 2017, suddivisi nelle otto sezioni competitive che compongono il concorso: Elements +3 (dai 3 ai 5 anni), Elements +6 (dai 6 ai 9 anni), Elements +10 (da 10 ai 12 anni), Generator +13 (dai 13 ai 16 anni), Generator +16 (dai 16 ai 17 anni), Generator +18 (18 anni in su), Gex Doc (sezione di documentari dedicata a filmgoers) e Parental Experience (composta da corti rivolti a un pubblico di genitori).

Ad aggirarsi tra i giurati, inoltre, ci sarà anche un robot, #Giffoner5601, pronto a interagire con il pubblico: una scelta fortemente voluta per un festival da sempre attento al tema dell’intelligenza artificiale.

A tuffarsi nell’esperienza più magica che ci sia, dunque, migliaia di giovani provenienti da tutta Italia e da 51 Paesi di tutto il mondo, dall’Azerbaijan al Kosovo, dalla Cina alla Corea del Sud, passando per USA, Iran, Palestina, Israele, Libano, Qatar, India e dall'intera Europa, nel segno dello scambio, del dialogo e dell'integrazione.

Anche quest’anno Original Marines, il brand di abbigliamento campano, sarà main sponsor del Festival e realizzerà le colorate t-shirt dei ragazzi - su porgetto grafico di Luca Apolito e Chiara Pepe, del team di Giffoni Experience - ispirate al tema 2018: “Aqua”.

LE SEZIONI E I FILM IN CONCORSO. Conflitti generazionali, diversità, bullismo, migrazioni, sentimenti, dubbi, adolescenza, crescita personale: queste sono solo alcune delle profonde, complesse ed emozionanti storie al centro delle 100 opere, tra lungometraggi e cortometraggi, in concorso, undici delle quali realizzate e prodotte in Italia. Ben 4500 i film iscritti in preselezione che il team della direzione di Giffoni ha valutato attentamente, per poi scegliere la rosa da sottoporre ai suoi giurati. Un impegno di grande responsabilità, che ha tenuto conto non solo delle novità e delle innovazioni che costantemente travolgono e mutano il mondo del cinema, ma anche dei temi più forti e sensibili per le giovani generazioni di ogni parte del mondo.

ELEMENTS +3. I giurati potranno valutare e scegliere il miglior short-film tra: PAT (Italia, 2018) di Adriano Candiago, TAKISHA'S SONG (Italia, 2018) di Mario Moraro, AN OLD LADY STEPPED OUT FOR SOME BREAD AND A PASTRY (Russia, 2017) di Anastasiya Jakulina, ANT (Germania, 2017) di Julia Ocker, BLANKET TALE (Russia, 2017) di Maria Kuzmenko, CATASTROPHE (Olanda, 2017) di Jamille van Wijngaarden, COCO'S DAY (Russia, 2017) di Tatiana Moshkova, DUBAK (Russia, 2017) di Anna Kritskaya, KAAL (Francia, 2018) di Charlie Aufroy, LEMON & ELDERFLOWER (Gran Bretagna, 2017) di Ilenia Cotardo, MOGU AND PEROL (Giappone, 2018) di Tsuneo Goda, MOON SAID: BLOP BLOP HELP! (Iran, 2018) di Reyhane Kavosh, PATHFINDER (Russia, 2017) di Veronika Fedorova, PENGUIN (Germania, 2018) di Julia Ocker, THE ROBOT AND THE WHALE (Svezia, 2018) di Jonas Forsman, STRENGTH IN NUMBERS (Francia/Belgio, 2017) di Anais Sorrentino, THE SWIMMING LESSON (Russia, 2017) di Tatyana Okruzhnova, TANGUITO ARGENTINO (Argentina, 2017) di Joaquin Braga, TRUNKY (Russia, 2017) di Ekaterina Filippova, VS SANTA (Spagna, 2017) di Raúl Colomer e Aitor Herrero, WEEDS (Stati Uniti, 2017) di Kevin Hudson e DAM! THE STORY OF KIT BEAVER (Canada, 2017) di Kjell Boersma.

ELEMENTS +6. Amicizia, rapporto padri e figli, culture apparentemente lontane, piccole e grandi sfide che accomunano i percorsi di crescita dall’infanzia all’adolescenza: è il filo conduttore della sezione Elements +6. Tra i lungometraggi in concorso: KIP FISCHER AND THE SECRET OF ÖTZI (ÖTZI E IL MISTERO DEL TEMPO) (Italia, 2018) di Gabriele Pignotta, distribuito in Italia da Rai Cinema; RUNNING LIKE WIND (Cina, 2017) di Zhong Hai; VITELLO (Danimarca, 2018) di Dorte Bengtson; SUPER FURBALL (Finlandia, 2018) di Joona Tena; JIM BUTTON AND LUKE THE ENGINE DRIVER (Germania, 2018) di Dennis Gansel; CHUSKIT (India, 2018) di Priya Ramasubban; LITTLE MISS DOLITTLE (Germania, 2018) di Joachim Masannek, distribuito in Italia da Notorious Pictures.
Sono 9, invece, gli short-film in gara per questa sezione: STELLA 1 (Italia, 2017) di Roberto D'Ippolito e Gaia Bonsignore, GOODNIGHT di (Italia, 2018) di Caterina De Mata, FROM UP THERE (Italia, 2017) di Teresa Paoli, CHOCOLATE (Iran, 2017) di Mehdi Heydari, LOOK (Lituania, 2017) di Meinardas Valkevičius, STARDUST (Messico, 2017) di Aldo Sotelo Lázaro, BELLY FLOP (Sudafrica, 2017) di Jeremy Collins e Kelly Dillon, FISH (Spagna, 2017) di Javier Quintas e STUMBLEBEE (Germania, 2017) di Monika Tenhündfeld.

ELEMENTS +10. Storie di formazione capaci di parlare dritto al cuore dei giurati, i lungometraggi dedicati agli Elements +10 non deluderanno di certo le aspettative del giovane pubblico. Tra i film in concorso: ROSIE & MOUSSA (Belgio/Olanda, 2018) di Dorothee Van Den Berghe; ZOO (Irlanda/Canada 2017) di Colin Mclvor; THE WITCH HUNTERS (Serbia/Macedonia, 2018) di Rasko Miljkovic; THE WAR GAME (Svezia, 2017) di Goran Kapetanovic; THE FALCONS (Islanda, 2018) di Bragi Thor Hinriksson; SUPA MODO (Germania/Kenya, 2018) di Likarion Wainaina; ZOOKS (Belgio, 2018) di Kristoff.
Ai giurati di questa sezione il compito di visionare e valutare 7 cortometraggi: BISMILLAH (Italia, 2017) di Alessandro Grande, BIKE BIRD (Norvegia, 2018) di Odveig Klyve e Kari Klyve-Skaug, GELATO SEVEN SUMMERS OF ICE CREAM LOVE (Germania, 2017) di Daniela Opp, IRON HANDS (Cina, 2017) di Johnson Cheng, AHMED & MARKUS (Svezia, 2018) di Maria Eriksson-Hecht, THE LAST CLASS (Iran, 2018) di Mohammad Kheimehgahi e THE PRINCESS BALL (Francia, 2018) di Julie Rembauville e Nicolas Bianco-Levrin.

GENERATOR +13. L’incontro tra fantasia e realtà, la complessità delle prime relazioni e il rapporto tra genitori e figli sono alcuni dei temi al centro della sezione Generator +13. Ecco i titoli dei lungometraggi: I KILL GIANTS (Belgio/Inghilterra/Usa, 2017) di Anders Walter; MEERKAT MOONSHIP (Sud Africa, 2017) di Hanneke Schutte; THIS CRAZY HEART (Germania, 2017) di Marc Rothemund; MORE (Turchia/Grecia, 2017) di Onur Saylak; OLD BOYS (Gran Bretagna, 2018) di Toby Macdonald; LOS BANDO (Norvegia/Svezia, 2018) di Christian Lo; CROSS MY HEART (Canada, 2017) di Luc Picard.

GENERATOR +16. Mettono a confronto leggerezza e preoccupazioni degli anni più belli i film scelti per i Generator +16, un viaggio nei piccoli e grandi ostacoli della ricerca e affermazione di se stessi, tra i film in concorso: RUST (Brasile, 2017) di Aly Muritiba; NIGHT COMES ON (Usa, 2018) di Jordana Spiro; THE PIGEON (Turchia, 2018) di Banu Sivaci; AIR (Germania, 2017) di Anatol Schuster; SADIE (Usa, 2018) di Megan Griffiths; FRIEND (Kenya/Sud Africa/Francia, 2018) di Wanuri; HIGH FANTASY (Sud Africa, 2017) di Jenna Bass.

GENERATOR +18. La complessità dei rapporti in contesti non sempre facili: è il percorso proposto ai Generator +18. Tra i lungometraggi in concorso: BROTHERS (Olanda, 2017) di Hanro Smitsman; THE HUNGRY LION (Giappone, 2017) di Ogata Takaomi; FAKE TATTOOS (Canada, 2017) di Pascal Plante; MICHAEL INSIDE (Irlanda, 2017) di Frank Berry; L'ANIMALE (Austria, 2018) di Katharina Muckstein; SHEHERAZADE (Francia, 2018) di Jean-Bernard Marlin. Zachary; SOME FREAKS (Usa, 2017) di Ian Macallister Mcdonald.
Sempre all’occhio attento dei Generator +18 saranno proposti gli 8 corti in gara: THE BOX (Slovenia, 2017) di Dusan Kastelic, THE CAT'S REGRET (Francia/Belgio, 2018) di Alain Gagnol e JeanLoup Felicioli, (FOOL TIME) JOB (Francia, 2017) di Gilles Cuvelier, MERMAIDS AND RHINOS (Ungheria, 2017) di Viktoria Traub, MR.DEER (Iran, 2018) di Mojtaba Mousavi, PANTA RHEI (Belgio, 2018) di Wouter Bongaerts, TWEET-TWEET (Russia, 2018) di Zhanna Bekmambetova e WINDS OF SPRING (Canada, 2017) di Keyu Chen.

GEX DOC. Si basano su storie vere, narrate in forma di documentario, i titoli scelti per Gex Doc, tra questi: BASILEUS – LA SCUOLA DEI RE (Italia, 2017) di Alessandro Marinelli e distribuita da Rai Cinema; DEATH OF A CHILD (Danimarca, 2017) di Frida e Lasse Barkfors; IN MY ROOM (Israele, 2017) di Ayelet Albenda; LIYANA (Qatar/Svizzera/Usa, 2017) di Aaron e Amanda Kopp; IMPOSED PIECE (Belgio, 2017) di Brecht Vanhoenacker; PRIMAS (Argentina/Canada, 2017) di Laura Bari; SOME MIGHT SAY (Spagna, 2017) di Nila Nunez Urgell.

PARENTAL EXPERIENCE. A genitori e filmgoers sono dedicati i 12 cortometraggi in competizione: CHASING (Italia, 2018) di Federico Papagna, ENFANTS PERDUS (Italia, 2017) di Ermanno Dantini, UPROAR (Italia, 2017) di Ludovico Di Martino, 2ND CLASS (Svezia, 2018) di Jimmy Olsson, AMERICA (Israele, 2018) di Nadav Arbel, A SON (Corea del Sud, 2018) di Bongju Kim, BECAUSE THIS IS MY CRAFT (Portogallo, 2018) di Paulo Monteiro, GOLD (Svezia, 2018) di Abbe Hassan, LANDSHARKS (Gran Bretagna, 2018) di Aaron Dunleavy, NIGHTSHADE (Paesi Bassi, 2018) di Shady El-Hamus, TSAR BOMBA (Svizzera, 2018) di Oskar Rosetti, WARRIORS OF SANITÀ (Gran Bretagna, 2018) di Luca Nappa, L’ETÀ IMPERFETTA di Ulisse Lendaro (Italia, 2017).

salerno Data/e: da 20 Luglio 2018 a 28 Luglio 2018 La pagina Facebook del Giffoni Film Festival, Il sito di Giffoni Film Festival