Quello scatto a Salerno firmato Cartier-Bresson

La foto realizzata nel 1933 dal fotografo francese di ritorno dall’Africa
di Gennaro Carotenuto - 08 Novembre 2014
Henri Cartier Bresson - Salerno Italia 1933

Un bambino che riposa per strada vicino ad un carretto, che per utilizzare le parole dello storico Jean Leymarie “ha la perfezione di disegno tridimensionale costruito sui rapporti delle linee, delle superficie e dei valori tra i due muri diversamente illuminati e il sole tangente”.

La foto in questione è l’unica scattata a Salerno dal grande Henri Cartier-Bresson, il fotografo francese, scomparso nel 2004, ed al quale è dedicata una mostra allestita al Museo dell’Ara Pacis a Roma fino al 25 gennaio del 2015.

La foto, realizzata nel 1933, è l’unica scattata in città, come sostiene la Fondazione Bresson. Resta però l’incertezza sul luogo preciso dello scatto: potrebbe trattarsi della zona del vecchio carcere o del Duomo di Salerno.

Il fotografo transalpino soggiornò a Salerno di ritorno dall’Africa e prima della sua partenza per il Messico. Con se aveva la sua piccola Leica che aveva acquistato a Marsiglia. La fotografia scattata a Salerno si caratterizza per i forti contrasti d’ombra e di luci.

  

salerno