Vesuvius Plastic Free: tre eventi all’insegna della sostenibilità

Sport, musica e enogastronomia da maggio a luglio 2019 nel Parco del Vesuvio
di Gennaro Carotenuto - 29 Aprile 2019

Sport, musica e enogastronomia all’insegna della sostenibilità. Sono tre gli eventi “plastic free” che si svolgeranno nell’area del Parco Nazionale del Vesuvio da maggio a luglio 2019. La presentazione ufficiale del cartellone di eventi denominata “Vesuvius Plastic Free” è stata presentata nel corso di un incontro presso il Gran Caffè Gambrinus di Napoli. Una scelta non casuale, quella di tenere nel capoluogo partenopeo la presentazione degli eventi, perché “simboleggia che la comunità del Parco è viva ed in movimento, troppo spesso il Vesuvio per Napoli rappresenta un elemento di contorno, così non è” – sottolinea Agostino Casillo, presidente dell’Ente Parco Nazionale del Vesuvio, nel corso del suo intervento.

Tre gli eventi che compongono la rassegna, si parte con lo sport il 12 maggio con la “Vesuvio Ultra Marathon”, gara trail di 49 km che vedrà centinaia di atleti provenienti da tutta Europa gareggiare correndo in montagna nella cornice mozzafiato dei sentieri del Parco Nazionale del Vesuvio.

La rassegna continua con l’enogastronomia il 14 e 15 luglio con “Off - Ottaviano Food Festival”, evento che si terrà al Palazzo Mediceo di Ottaviano con la partecipazione di circa cento Chef tra stellati ed emergenti che prepareranno i loro piatti unendo l’innovazione ai prodotti di eccellenza del nostro territorio.

Il programma si chiude il 28 luglio con la musica del Pomigliano Jazz con un concerto al tramonto in cima al Cratere del Vesuvio, in una delle location più suggestive al mondo.

Tutti gli eventi saranno realizzati con la massima attenzione alla riduzione dell’impatto ambientale, con particolare riguardo all’azzeramento della plastica monouso. Per sancire tali buone pratiche è stato firmato un codice di condotta che gli organizzatori si sono impegnati a rispettare.

“Con Vesuvius Plastic Free abbiamo voluto promuovere eventi che mettano al centro la sostenibilità ambientale, dando di fatto seguito alla delibera che abbiamo approvato qualche settimana fa e volta proprio alla riduzione dell’utilizzo della plastica nella zona del Parco. Nel giro di pochi anni le tre manifestazioni stanno crescendo e diventando volano di sviluppo sostenibile per l’intero territorio del Parco. Lo sport, la musica e l’enogastronomia se accomunate dal rispetto dell’ambiente possono rappresentare momenti di crescita sociale, culturale ed economica per l’intera comunità” – ha sottolineato Casillo.

Un Ente Parco del Vesuvio che vuole si essere protezione e conservazione, ma come ha rimarcato Stefano Donati, direttore del Parco, nel corso del suo intervento “vogliamo anche essere un incubatore di buone pratiche. Lavoreremo nei prossimi mesi per sostenere e favorire l’educazione ambientale, andando nelle scuole, ma abbiamo voluto, di concerto con gli organizzatori di questi eventi, sperimentare pratiche di sostenibilità. Vesuvio Plastic Free significa anche sottoscrivere un codice di condotta ambientale”.

Plauso all’iniziativa arriva anche dal Sottosegretario all’Ambiente, l’onorevole Salvatore Micillo, perché “contribuiscono alla diffusione di quella sensibilità ambientale per cui stiamo lavorando dal primo giorno come Governo, coinvolgendo cittadini, scuole, istituzioni e associazioni con campagne come #IoSonoAmbiente e la #PlaticFreeChallenge” e dall’assessore all’Ambiente del Comune di Napoli, Raffaele Del Giudice che si è pubblicamente complimentato “con l’Ente Parco Nazionale per le iniziative messe in campo e per il lavoro che sta svolgendo”.

napoli