Una mano per il rilancio di Monte Faito

Il resoconto della giornata dedicata all’ambiente ed organizzata dall’associazione “Pro Natura”

Una festa per il Faito, una giornata dedicata a chi da anni mette il cuore perché si torni a parlare della montagna che collega i comuni di Pimonte, Castellammare e Vico Equense.

Domenica 6 settembre al Piazzale dei Capi sul Belvedere di Monte Faito l’associazione Pro Natura aveva indetto una giornata di sensibilizzazione ed educazione ambientale aperta a tutti gli amanti della montagna. Pochi purtroppo i cittadini che hanno partecipato, ma molti volti noti, amici del Faito che al di là di passerelle o proclami stanno concretamente aiutando la piccola comunità, che vive a mille metri d’altezza, a recuperare quanto negli anni è stato perso.

Così ieri, armati di rastrelli e pale, tra i sentieri a ripulire i boschi deturpati dall’uomo, c’erano decine di volontari della Pro Natura, Pro Faito, della Protezione Civile e della parrocchia del Carmine di Castellammare. “Siamo qui per dire a chi fa del Faito solo uno spot pubblicitario, che ci sono persone che amano questa montagna e che nel loro piccolo fanno di tutto perché ci sia una vera rinascita”.

Don Pasquale Somma presidente dell’associazione parrocchiale “Carmine Onlus”, che celebrò la sua prima messa proprio sul Faito, ha portato una ventina di giovani per aiutare i volontari nell’opera di pulizia. Non potevano mancare il coordinatore regionale della Pro Natura Giovanni Calogero, Dario Russo della Pro Faito una pietra miliare delle attività che si svolgono sulla montagna, imprenditori come Danilo Somma, che ha ospitato negli spazi del Sant’Angelo i volontari che hanno tenuto dei brevi corsi di educazione ambientale.

Tra i tanti addetti ai lavori anche il consigliere regionale Pasquale Sommese che ha contribuito con la passata amministrazione di Palazzo Santa Lucia allo stanziamento dei fondi necessari per la riapertura del Faito: “Vorrei che questi siano i mesi del silenzio in attesa che finalmente venga inaugurata nuovamente la Funivia del Faito. Basta ad inutili proclami, i cittadini sono stanchi. Abbiamo fatto di tutto perché si facessero opere concrete, riuscendo a superare anche diatribe e protagonismi tra le parti in causa. Ora che i fondi sono stati stanziati bisogna solo verificare che tutto si svolga per il meglio”.

La data per la riapertura della Funivia dovrebbe essere primo maggio 2016, così come annunciato anche dal governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca: se dovesse passare anche questo termine, sarà davvero difficile credere ancora che non siano stati solo inutili proclami.

 

a cura di Chiara Gargiulo

Una mano per il rilancio di Monte Faito - LE IMMAGINI
Una mano per il rilancio di Monte Faito - LE IMMAGINI
Una mano per il rilancio di Monte Faito - LE IMMAGINI
Una mano per il rilancio di Monte Faito - LE IMMAGINI
Una mano per il rilancio di Monte Faito - LE IMMAGINI
Una mano per il rilancio di Monte Faito - LE IMMAGINI
Una mano per il rilancio di Monte Faito - LE IMMAGINI
Una mano per il rilancio di Monte Faito - LE IMMAGINI
Una mano per il rilancio di Monte Faito - LE IMMAGINI
Una mano per il rilancio di Monte Faito - LE IMMAGINI
Una mano per il rilancio di Monte Faito - LE IMMAGINI
Una mano per il rilancio di Monte Faito - LE IMMAGINI
Una mano per il rilancio di Monte Faito - LE IMMAGINI
Una mano per il rilancio di Monte Faito - LE IMMAGINI
Una mano per il rilancio di Monte Faito - LE IMMAGINI
napoli