Un ristorante a misura di bambino a San Giorgio a Cremano

L’idea arriva dal dipartimento di Architettura dell’università Federico II
di Clelia Esposito - 04 Novembre 2016
Un ristorante a misura di bambino a San Giorgio a Cremano

Un ristorante a misura di bambino. È questa l’idea nata dalla collaborazione tra la città di San Giorgio a Cremano e l'Università di Napoli Federico II.

Nell' ambito dei progetti rivolti ai bambini e rispetto alla  valorizzazione delle ville, patrimonio della città, l'amministrazione, guidata dal Sindaco Giorgio Zinno, ha accolto un progetto del dipartimento di Architettura della Università partenopea sulla "progettazione architettonica partecipata: la Città dei Bambini e delle Bambine", con il quale si progetteranno gli spazi del piano seminterrato di villa Falanga, sede della Città dei Bambini e delle Bambine, come location per uno spazio ristoro a misura di bambino.

"E' un progetto che sposa alla perfezione quanto stiamo già realizzando nelle attività di ristorazione della città, con l'iniziativa Porte aperte ai bambini - spiega il sindaco Giorgio Zinno - La collaborazione con l'Università Federico II conferisce prestigio alle nostre attività in favore dei più piccoli e ci dà la conferma che stiamo procedendo sulla strada giusta, rendendo i nostri bambini  sempre più protagonisti delle scelte che riguardano l'intera collettività. I bambini non sono cittadini del domani - conclude Zinno -  ma piuttosto i fruitori attuali dei nostri spazi e i destinatari delle nostre decisioni".      

Gli elaborati degli studenti della Federico II saranno esposti in una mostra, che verrà allestita a San Giorgio a Cremano durante le festività natalizie.  

napoli