Restaurato campanile della chiesa più antica di Capri

L’intervento è stato possibile grazie ai soldi destinati da De Laurentiis
di Redazione Ecampania.it - 07 Dicembre 2015
Restaurato campanile della chiesa più antica di Capri

Restaurato lo storico campanile della chiesa di San Costanzo a Marina Grande, di fatto il più antico luogo di culto dell’isola di Capri, nel golfo di Napoli.

I lavori sono stati effettuati grazie ad una somma stanziata dal presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis frutto di una transazione con l'ex sindaco di Capri Ciro Lembo. A seguito del ferimento a Capri del calciatore Higuain, nell'agosto del 2013, in seguito alla caduta da una barca, De Laurentiis si lasciò andare a pesanti accuse contro l'isola e contro gli amministratori per l'assistenza al giocatore ritenuta inidonea.

Il sindaco e l'amministrazione dell'epoca diedero mandato ai propri avvocati, attraverso una delibera di giunta, di avviare azioni legali contro il presidente azzurro. Tra Lembo e De Laurentiis, però, fu raggiunto un accordo transattivo: l'amministrazione rinunciò alle azioni risarcitorie e il patron azzurro destinò una somma di 10 mila euro al Comune di Capri da utilizzare per i lavori di restauro della torre campanaria della chiesa di San Costanzo.

I lavori, con l'ok della Soprintendenza, sono ora terminati; l’8 dicembre 2015, in occasione dell'avvio al Giubileo, le antiche campane risuoneranno in concomitanza con la santa messa alle 10.00 celebrata dal parroco don Vincenzo Simeoli. Alla cerimonia religiosa sono stati invitati, insieme alle istituzioni, anche l'ex sindaco e il presidente del Napoli. 

napoli