Pompei, dalla Regio V affiora un affresco

La foto su Instagram postata da Massimo Osanna presenta le prime scoperte della nuova campagna di scavi
di Giovanni Vasso - 12 Aprile 2018

Arrivano importanti novità dagli scavi alla Regio V: scoperto a Pompei un nuovo affresco. Lo annuncia su Instagram il direttore del Parco Archeologico, Massimo Osanna, che pubblica una foto che ritrare l’ultimo, affascinante, ritrovamento.

Si tratta di una figurina in rosso, su sfondo bianco, con le fattezze vagamente umane, che a prima vista pare ricordare un amorino. Sarà dagli ulteriori scavi che potranno emergere con chiarezza elementi utili a ricostruire l’affresco che è riafforato in superficie dopo essere rimasto sepolto per ben duemila anni, accuratamente nascosto dai lapilli dell’eruzione del Vesuvio.

Il post di Osanna ha subito sollevato interesse e curiosità. A distanza di qualche settimana dall’apertura ufficiale della nuova campagna di scavo nell’area della Regio V, già gli archeologi cominciano a segnalare novità di rilievo e ad annotare scoperte che, potenzialmente, potrebbero svelare nuovi dettagli sulla città antica e sulla vita dei suoi abitanti.

Era stato proprio il direttore del Parco a dichiarare, durante l’iniziativa del 22 marzo scorso, che le aspettative erano altissime: “Un pezzo di Pompei da scavare e documentare, in maniera adeguata con tutte le tecnologie moderne, dallo scanner al drone, con tutte le analisi che ci sono consentite. Un pezzo di Pompei nuova che sarà documentata in maniera contemporanea Ci aspettiamo di trovare case con gli arredi intatti, lasciati dai fuggitivi del 79 d.C. spazi commerciali e pubblici. Un bel pezzo di Pompei, tutt’intorno le case vicine sono di livello altissimo”.

 

napoli