Vico Equense. La via del latte, sulle colline a strapiombo sul mare

Riportato alla luce un vecchio sentiero che collega le frazioni di Pacognano e Preazzano
di Giuseppe Scarica - 01 Febbraio 2018
Vico Equense. La via del latte

Esiste un percorso che racconta la storia rurale di un passato non molto lontano, una lunga mulattiera che collega Santa Maria del Castello, passa per il Monte Comune e per Preazzano, e arriva fino a Pacognano, attraversando scenari unici dove la natura è la protagonista assoluta.

A quota di 887mt, sulla dorsale dei Monti Lattari il panorama regala scenari unici. Scendendo poi tra terrazzamenti e macchia mediterranea, si possono ripercorrere quesgli stessi passi di chi, per intere generazioni, ha levigato la pietra calcarea sotto il peso del carico di duro lavoro.

Grazie all’impegno di Luca Coppola e Simona Gargiulo (guide ambientali ed escursionistiche) e in collaborazione con Il Museo dell’Arte Casearia “FERNANDO DE GENNARO”, è stato possibile riscoprire e riportare alla luce questo antico sentiero che, molto probabilmente, veniva usato anche per il trasporto a spalla del latte che giungeva poi a valle nella borgata di Pacognano dove, a partire dai primi anni del 1800, veniva trasformato in formaggio.

Da qui si è ipotizzato di dare il via a un percorso culturale e gastronomico con un evento che, probabilmente, avrà luogo tra il mese di marzo e aprile del 2018 e che comprenderà anche la visita guidata al Museo e una degustazione dei formaggi dello storico Caseificio De Gennaro.

“La riscoperta delle nostre antiche radici è alla base dell’impegno profuso dal Museo De Gennaro e della Fondazione Fast, sono orgoglioso di presentare questo nuovo progetto che arricchirà l’offerta culturale del museo e della nostra città” afferma il direttore museale Antonio Breglia.

napoli