Piazza Tasso a Sorrento

Lo slargo è dominato dalla statua di Sant'Antonino patrono della città
di Maria Cristina Napolitano - 13 Agosto 2015
Piazza Tasso a Sorrento

Piazza Tasso, l’antica Largo del Castello dal nome della dimora aragonese del XV secolo, abbattuta nel 1843. La piazza così come oggi la vediamo a Sorrento è il risultato di numerosi cambiamenti avvenuti nel corso dei secoli: nel 1844 si procedette a demolire le mura cinquecentesche costruite lungo i valloni e che erano servite da difesa durante le incursioni dei saraceni.

La statua di Sant’Antonino in tufo che accoglie in piazza i visitatori, si trovava sulla Porta del Piano, realizzata da A. Torrese. La porta fu abbattuta per far largo alla costruzione della piazza e così la statua venne rimossa dal suo stesso autore e collocata su una colonna. Nel 1870 fu inaugurato il monumento a Torquato Tasso, uno dei più grandi cittadini sorrentini. Sul fondo della piazza, all’imbocco della via San Cesareo, dove si trova la torre dell’orologio (ex torre di guardia per la milizia urbana) ci sono alcuni resti di uno sedili di Sorrento, il sedile di Porta.

napoli Durata:
15 Minuti
Costo: gratuito Tipo: piazza