Il Borgo Orefici e l’antica tradizione dei maestri orafi

Visita guidata nel Quartiere Pendino, cuore pulsante della manifattura orafa napoletana
di Redazione Ecampania.it - 18 Marzo 2019

Sabato 23 marzo 2019, visita guidata dell’Associazione Culturale Locus Iste nel Quartiere Pendino alla scoperta dell’Antico Borgo Orefici, da oltre settecento anni cuore pulsante della manifattura orafa napoletana, e del Museo delle Arti Orafe che, attraverso la raccolta, la conservazione e l’esposizione di fotografie, oggetti e macchinari d’epoca, documenta la gloriosa presenza ed opera dei maestri argentieri in città già dalla fine del XIII secolo, come la preziosissima Mitra di San Gennaro realizzata nel 1713 dall’orafo Matteo Treglia.

Dal 2000, il Borgo Orefici ha voluto consolidare la propria storia con la creazione del Consorzio Antico Borgo Orefici, detto anche La Bulla, che con il suo museo e la sua scuola, si pone come obiettivo la promozione della tradizione orafa napoletana, la riqualificazione urbanistica e il rilancio commerciale, culturale e turistico dell’area.

Oltre a visitare il museo e alcune aziende consortili che spesso si tramandano da intere generazioni, il tour farà ulteriori tappe presso la Chiesa di Sant’Eligio, considerata il più antico edificio di culto di epoca angioina, la Chiesa normanna di San Giovanni a mare, con le sue storie e i suoi antichi rituali.

L'appuntamento è alle ore 10.00 all'esterno della Chiesa di Sant'Eligio Maggiore (via Sant'Eligio, 9 - Napoli).

Per partecipare la prenotazione è obbligatoria e deve avvenire entro e non oltre le ore 19.00 del giorno che precede la visita.

napoli Data/e: 23 Marzo 2019 Costo: 8 euro + 3 euro di ingresso al percorso Telefono: 3472374210 La pagina Facebook dell'Associazione Culturale Locus Iste, La pagina evento su Facebook