Il trionfo di Napoli ai David di Donatello

"Ammore e Malavita" dei Manetti Bros. si aggiudica il premio come miglior film
di Marina Indulgenza - 22 Marzo 2018

Napoli stravince all'edizione 2018 dei David di Donatello. La premiazione dell’ambito riconoscimento del cinema italiano si è tenuta il 21 marzo presso gli Studios di via Tiburtina a Roma con diretta su Rai 1 in prima serata.

Tra le nomination per il premio più ambito, quello di miglior film, “Ammore e Malavita” dei Manetti Bros. e il film d’animazione “Gatta Cenerentola”, per la regia di Alessandro Rak. Numerose importanti candidature – tra cui miglior regia, migliori attori protagonisti e migliore fotografia – anche per "Napoli Velata" di Ferzan Özpetek.

Questi i premi consegnati:

  • ”Ammore e Malvita” miglior film
  • Claudia Gerini migliore attrice non protagonista per ”Ammore e Malvita”
  • Ivana Gargiulo e Deniz Gokturk migliore scenografia per “Napoli Velata”
  • Daniela Salernitano migliori costumi per ”Ammore e Malvita”
  • Gian Filippo Corticelli migliore fotografia per “Napoli Velata”
  • Pivio & Aldo De Scalzi migliore musica per ”Ammore e Malvita”
  • "Bang Bang" miglior canzone originale per ”Ammore e Malvita”, musica di Pivio & Aldo De Scalzi, testi di Nelson, interpretata da Serena Rossi, Franco Ricciardi, Giampaolo Morelli
  • Luciano Stella e Carolina Terzi migliori produttori per "Gatta Cenerentola"
  • Mad Entertainment migliori effetti digitali per “Gatta Cenerentola"

Il premio miglior attore protagonista è stato assegnato a un emozionatissimo Renato Carpentieri, grande interprete de "La tenerezza" di Gianni Amelio, tratto da un romanzo di Lorenzo Marone, scrittore napoletano. Carpentieri, attore e regista teatrale originario di Savignano Irpino, ha ricevuto una vera e propria ovazione da parte del pubblico soprattutto per le commosse parole che ha pronunciato nel ritirare il premio: "La tenerezza è una virtù rivoluzionaria. Voglio ringraziare Gianni Amelio e i produttori che dimostrano che a volte il rischio paga. Ci sono tanti attori bravi, bisogna rischiare".