Gira il mondo in vespa, fa tappa in Campania

Juvena Huang da Singapore all'Europa, un incredibile viaggio attraverso due continenti
di Redazione Ecampania.it - 23 Luglio 2017
Juvena Huang

Il suo nome è Juvena Huang e da maggio del 2015 ha lasciato il suo lavoro ed il suo paese, Singapore, per iniziare il giro del mondo in vespa, visitando numerosi paesi tra cui l'India, il Pakistan, l'Iran, la Turchia e i Balcani.

Laureata in scienze biomediche, ha lavorato e risparmiato per diversi anni prima di poter partire per questo lungo viaggio. La incontriamo a Trecase, in provincia di Napoli, dove è arrivata con la sua mitica vespa, carica di tutto ciò di cui ha bisogno.

Cosa ti ha spinto ad intraprendere il tuo viaggio?
Anni addietro un mio caro amico aveva pianificato un lungo viaggio in moto da Singapore alla scoperta della Cina. Purtroppo, a causa di un incidente, perse la vita una settimana prima della tanto desiderata partenza: capii allora che la vita era troppo breve per non viverla intensamente e cominciai a sognare il mio viaggio.

Quali sono i luoghi che hai visitato in Campania?
Quando viaggio prediligo le strade costiere, evito le autostrade e faccio deviazioni per guidare sulle strade più panoramiche. I luoghi che mi sono piaciuti maggiormente qui in Campania sono stati la costiera Amalfitana e quella Sorrentina, un paesaggio unico, fatto di mare, montagna e cielo.

Eri già stata in Italia?
Si, 5 anni fa avevo fatto un viaggio con alcuni amici, per festeggiare la fine dell'Università, è stato uno dei viaggi più belli della mia vita, visitammo Napoli, Roma e Venezia: tirando una monetina nella fontana di Trevi espressi il desiderio di ritornare qui in vespa, il sogno si è avverato, quindi la fontana funziona!

Nel tuo percorso campano hai fatto tappa a Trecase, come mai?
Nella mia scorsa visita a Napoli ho viaggiato tramite la comunità del CouchSurfing, partecipai ad un meeting internazionale, conobbi l'ambassador della comunità, Fabio Altiero, siamo rimasti in contatto e lui mi ha offerto ospitalità presso l'associazione della quale è attualmente presidente, l'UNEC - Unione Nazionale Enti Culturali, che si occupa della gestione di programmi di volontariato per i giovani.

Cosa porterai nel cuore della visita in Campania?
La visita a Pompei, Ercolano e lo snorkeling alla città sommersa di Baia. Ma anche la cordialità delle persone, sempre curiose di conoscere la tua cultura e la tua storia, con mille domande.

Ti è piaciuto il cibo campano?
Si! È uno degli aspetti migliori della visita: la mozzarella di bufala, la pizza, le sfogliatelle, tutto fantastico!

Con il tuo viaggio hai attraversato tanti paesi, cosa ti ha colpito maggiormente?
Il fatto che nel mondo ci sono molte più brave persone di quante crediamo, nonostante la televisione e i media vorrebbero farci credere che la vita in alcuni paesi sia piena di odio e di brutture, posso dire di aver trovato tantissime famiglie che mi hanno ospitato con generosità, facendomi grandi onori, soprattutto facendomi sentire come a casa.

Quali saranno le tue prossime tappe?
Sarò a Roma, poi a Genova, arriverò infine in Repubblica Ceca, dove incontrerò mia madre e mia sorella, lascerò la vespa in custodia ad un amico e tornerò a Singapore: mi prenderò un anno di pausa, ma poi ritornerò per continuare il mio viaggio attraverso l'Europa e poi conto di dirigermi in Sud America!

Come si sostiene il tuo viaggio?
In massima parte di tratta dei miei risparmi, ma anche l'ospitalità delle persone mi ha dato un grande aiuto, inoltre è possibile effettuare delle donazioni, anche minime, tramite il mio blog.

Come è possibile seguire le tue avventure?
Attraverso il mio blog e attraverso la mia pagina facebook, sono molto contenta di poter condividere con tanti amici le mie avventure.

a cura di Fabio Altiero