napoli
cultura

La realizzazione è affidata, da anni, all’omonima Fondazione che, nel 2002, ha ottenuto il riconoscimento giuridico a perseguire finalità volte allo scopo di promuovere e sostenere la manifestazione, nel pieno rispetto della storia e delle tradizioni popolari.

caserta
cultura

Sullo sfondo della provincia del sud si sviluppa la storia due uomini, Filuccio e Raimondo, un padre e un figlio che, nonostante la forte volontà di riscatto, sono irrimediabilmente segnati dal destino nel loro rapporto con la società.

avellino
cultura

Intervista a Domenico Cosentino, uno dei fondatori di questa casa editrice nata nel 2012 allo scopo di pubblicare una serie di autori, portatori sani di “storie succose, poesia ruvida, disegni che lascino una ferita sulla nostra anima”.

napoli
cultura

L'autore, che è un fotografo professionista, racconta la città da un punto di vista fotografico, grazie all'elegante utilizzo del bianco e nero, ma anche narrativo, concentrandosi sulle sensazioni che suscitano le atmosfere veneziane.

napoli
cultura
Pompei. Gli arredi della Casa di Giulio Polibio nelle sale dell’Antiquarium

Oltre 70 reperti che raccontano di una famiglia, di un personaggio pubblico, di individui strappati alla vita e delle loro abitudini, del desiderio di mostrare la propria ricchezza, attraverso il lusso negli arredi e negli oggetti di vita quotidiana.

napoli
cultura

La collezione di pastori, quasi a grandezza naturale, databile tra la fine del XVIII e l'inizio del XIX secolo, è unica nel suo genere. L’esposizione presepiale è costituita da due distinte scenografie: l’annuncio ai pastori e la natività. 

napoli
cultura

Un viaggio nella mente dell’autore, un album fotografico perchè, leggendo le storie che lo compongono, si ha la sensazione di guardare istantanee che si susseguono su uno schermo. Sta al lettore decidere di proiettarle in sequenza, o assaporarne un po’ alla volta.

napoli
cultura

La tessera, nominativa e non trasferibile, con durata annuale dalla data di emissione, darà diritto a ingressi illimitati ai siti archeologici nonché alle mostre temporanee in corso e sarà utilizzabile esclusivamente nei giorni e negli orari di apertura ordinari.