napoli
cultura

Un percorso espositivo di conoscenza della storia dell’Antica Stabiae attraverso le testimonianze lasciateci dai ritrovamenti dalla necropoli di Madonna delle Grazie, con le sue numerose sepolture, e dal santuario extraurbano in località Privati,

salerno
cultura

Incastonata nel delizioso centro di Albori, la chiesa di Santa Margherita, santa protettrice del borgo della costiera amalfitana, è una testimonianza di

salerno
cultura

Incastonata nel delizioso centro di Albori, la chiesa di Santa Margherita, santa protettrice del borgo della costiera amalfitana, è una testimonianza di un dialogo antico e profondo che attraverso il barocco si annoda con l’Oriente.

napoli
cultura
Ironia, protezione e complicità: le avventure di una zanzara e di Peppino

Ma voi un ragionamento serio con una zanzara, lo avete mai fatto? Giuseppe De Stefano ci ha provato e non solo ci è riuscito, ma ne è venuto fuori un piccolo capolavoro. Le Cronache di Susetta – la zanzara che non s’arricetta, è uno splendido libro edito Abeditore

caserta
cultura

Il capolavoro vanvitelliano aprirà le porte all'imbrunire con una visita al giardino e agli appartamenti reali. I prossimi appuntamenti sono in programma il 7, il 14 ed il 21 luglio, il 10 agosto, il 9 e il 15 settembre 2018.

napoli
cultura
Successo per la Festa europea della Musica tra Scavi di Ercolano, Mav e Reggia di Portici

Si è conclusa con un grande successo di pubblico la rassegna ‘I licei musicali e coreutici nei luoghi della musica’ voluta e curata dal consigliere della Città Metropolitana di Napoli, Michele Maddaloni.

napoli
cultura
Otto imprese per sostenere il Teatro San Carlo

Aedifica / Brin 69 srl, Ferrarelle SpA, Siap srl, Getra Spa, Temi spa per GLS, Isaia & Isaia Spa, Laminazione Sottile Spa, Seda Spa sono le eccellenze imprenditoriali del territorio campano che hanno scelto di essere al fianco del Teatro San Carlo.

napoli
cultura
Nel Parco archeologico di Pompei sarà riallestita la più grande conceria

L’idea progettuale, che si ispira al modello del “museo diffuso”, contemplerà una serie di interventi funzionali alla riapertura al pubblico del complesso, nell’ottica di una implementazione e di una diversificazione dei percorsi di visita.