Tre treni per le meraviglie archeologiche della Campania

Presentato piano di mobilità turistica dalla giunta De Luca: investimento da 6 milioni di euro
di Marco De Rosa - 11 Maggio 2017
Tre treni per le meraviglie archeologiche della Campania

Presentato il piano di mobilità turistica della giunta regionale della Campania, presieduta dal governatore Vincenzo De Luca, che prevede un investimento di circa 6 milioni euro, fondi che serviranno per finanziare 3 treni turistici per raggiungere alcuni importati siti di interesse attrattivo.

Da giugno a dicembre, ogni seconda domenica del mese, sarà in funzione il Capua Express, a cura di Fondazione Fs e Trenitalia. Chi usufruirà di questa linea potrà i tesori culturali di Capua, come il Museo Archeologico dell'antica Capua, l’anfiteatro campano ed il museo dei gladiatori.

A giugno partirà anche l'ArcheoTreno che sarà in esercizio ogni quarta domenica del mese. Partenza da Napoli centrale con arrivo ad Ascea, è dedicato alla fruizione dei siti archeologici di Pompei, Capaccio-Paestum e Velia con sette corse giornaliere dalle 7.30 fino a mezzanotte.

Infine, forte del successo dello scorso anno (nel 2016 sono stati staccati 50mila biglietti) torna anche il Campania Express, gestito da Eav con partenza dalla stazione della Circumvesuviana di Porta Nolana e diretto a Ercolano, Pompei e Salerno.

Cilento. Treni più bus per raggiungere le località turistiche del Cilento. E' quanto prevede il piano di mobilità turistica redatto dalla Regione Campania. I collegamenti di servizio intermodale sono previsti dal prossimo 15 giugno al 15 settembre. Ntv istituirà 7 giorni su 7, per un totale di 558 corse, sei servizi Italobus giornalieri da e verso le località del Cilento come prolungamento per i treni Italo provenienti da Torino, Milano, Reggio Emilia, Bologna , Roma e Napoli. Trenitalia ha attivato, dal 15 giugno al 19 settembre, limitatamente al sabato e alla domenica, una coppia di treni Av Frecciarossa sulla tratta Milano-Napoli che estende il servizio fino a Sapri con fermate nelle stazioni di Agropoli e Vallo della Lucania.

Le parole di Vincenzo De Luca. "Abbiamo presentato un programma di mobilità turistica davvero eccezionale. Parte quest'anno un servizio di collegamento tra le stazioni di Napoli, Salerno e Pietrelcina, nel Beneventano, dove è nato padre Pio. Nel programma di intervento è prevista l'attivazione di treni storici per la Reggi di Caserta, con un biglietto integrato, per Capua passando per Santa Maria Capua Vetere. Parte inoltre il collegamento Lioni-Rocchetta Sant'Antonio: è un percorso molto suggestivo. Abbiamo un'organizzazione che consente di incrementare le attività turistica in tutto il territorio: da quello costiero all'aree metropolitane e fino alle aree interne".

caserta, napoli, salerno