Chianche. Rinvenuto un acquedotto di epoca romana

La scoperta durante i lavori per la realizzazione di una centrale idroelettrica lungo l’alveo del fiume Sabato
di Maria Cristina Napolitano - 09 Ottobre 2015

Rinvenuta la traccia di un acquedotto di epoca romana durante lo sbancamento per la realizzazione di una centrale idroelettrica lungo l’alveo del fiume Sabato a Chianche, provincia di Avellino.

Già in sede di conferenza di servizi il primo cittadino Carlo Grillo aveva portato all’attenzione la presenza di antiche preesistenze tra Chianche e Ceppaloni, costituite dai vecchi mulini e canaletti che si trovavano collegati. Il Comune intende sospendere i lavori in attesa che la Soprintendenza consegni la relazione sulla valutazione archeologica dell’area. Ora si attende che la Regione prenda atto della vicenda, intanto il sindaco è già pronto ad emettere un’ordinanza di sospensione del cantiere.

È probabile che si tratti di parti dell’acquedotto che nel I secolo dopo Cristo portava acqua dai centri antichi di Avellino e Benevento lungo il corso del fiume Sabato.

avellino