La cima della valle del Sabato: il Castello di San Barbato

Un maestoso maniero longobardo, vetta della frazione di Manocalzati, in provincia di Avellino
di Maria Cristina Napolitano - 29 Agosto 2014
Castello di San Barbato

Un maestoso castello di epoca longobarda domina dall’alto la frazione di San Barbato, nel comune di Manocalzati in provincia di Avellino.

Le origini della piccola frazione irpina risalgono al VII-VIII secolo come attesterebbe il toponimo legato al vescovo di Benevento nella prima metà del VI secolo, che si adoperò per la conversione del popolo longobardo che a quel tempo dominava il territorio beneventano.

Il primo documento che attesta la presenza del castello risale al 1146, una pergamena custodita presso la biblioteca di Montevergine in cui si racconta che il signore del Castello di Serra incontrò Malfrido, signore di San Barbato, per risolvere una questione riguardante il possesso di alcune terre poste al confine dei due territori.

La struttura posta a 450 metri di altitudine sovrasta dall’alto la valle del fiume Sabato, si presenta oggi con fattezze aragonesi quattrocentesche. È costituita da un basso edificio quadrangolare, con torri angolari che nel lato meridionale sono di forma circolare e scarpata, mentre le altre due sul lato settentrionale hanno una forma a punta.

Dal portale d’ingresso, a cui si accede attraverso una scala monumentale, si passa alla corte centrale su cui affacciano gli ambienti del pian terreno.

All’interno del castello è presente una cappella dedicata all’Arcangelo Michele, molto venerato presso il popolo longobardo.

Nel 1352 il castello venne attaccato dalle truppe del barone di Candida Filippo Filangieri che incendiò una parte del paese. La famiglia dei Filangieri rimase feudataria del paese fino al 1528. Dopo questa data passò per via ereditaria dagli Albertino fino ai Gattola che hanno mantenuto la proprietà fino alla soppressione dei privilegi feudali con Napoleone nel 1806. Divenne proprietà dei baroni Patroni Griffi nel 1867.

Oggi il Castello di San Barbato è aperto al pubblico e visibile all’interno, dove sono collocate una enoteca, sala convegni, uffici, infopoint, una bellissima terrazza belvedere per godere del meraviglioso paesaggio.

avellino Durata:
2 Ore
Tipo: castello