La fede e la tradizione di Lapio per Santa Caterina

Ogni quartiere costruisce la propria Lumaneria, il falò che viene acceso al passaggio della statua della Santa
di Giuseppe Scarica - 19 Novembre 2018
La fede e la tradizione di Lapio per Santa Caterina

Si rinnova a Lapio, in provincia di Avellino, la tradizione della festa in onore di Santa Caterina, in programma domenica 25 novembre 2018, un appuntamento tra fede e tradizione.

Per la comunità di Lapio la festività del 25 novembre è il momento più importante dell’anno. In questa data, infatti, si rinnova la tradizionale processione di Santa Caterina.

Ogni quartiere costruisce la propria Lumaneria (il falò che viene acceso al passaggio della Santa) che in questo periodo fa le veci del focolare domestico, attorno al quale, in passato, si riuniva come una grande famiglia l’intero quartiere.

Un tempo a Lapio la comunità si divideva i compiti nella realizzazione delle lumanerie: i più piccoli raccoglievano legna e fascine, i maschi approntavano i falò e le donne preparavano da mangiare dopo il rosario. Oggi la divisione dei compiti non esiste più, ma la competizione per il falò più bello rimane e avvolge l’intera comunità e quanti vogliono assistere a questa antica tradizione.

Il fuoco, infatti, unisce la comunità, in un incontro a metà strada tra il sacro e il profano, intorno a quei falò che rappresentano il focolare domestico intorno a cui le famiglie si ritrovano nei tempi passati.

La processione prenderà il via alle ore 19.00 quando la statua attraverserà la strade del paese.

A seguire, un momento di convivialità intorno alla brace con piatti tipici e vini locali. Spazio anche alla musica popolare a cura di Umberto Show.

Nel corso della serata, la Pro Loco Lapiana premierà il falò più luminoso.

 

 

 

avellino Data/e: 25 Novembre 2018