Gli italiani apprezzano sempre di più le scommesse online

Fondamentale in questo settore è il Bookmaker, ovvero la persona (o, molto meno di frequente, l’algoritmo) che gestisce le scommesse e che poi versa/riscuote il denaro in caso di vincita o perdita
di Redazione Ecampania.it - 28 Maggio 2019

Sempre più italiani lasciano il “mondo fisico” delle scommesse per approcciare a quello virtuale, usufruendo dei servizi che diversi siti, come www.nowbet.it e altri, permettono, garantendo un gioco sicuro e nel rispetto della legalità.

Gioca senza esagerare. Tra le attività preferite dagli italiani nel tempo libero ci sono le scommesse sportive. Si tratta di un modo di passare il tempo che – se fatto ovviamente in maniera consapevole, responsabile, priva di eccessi – dona tanto divertimento e anche un modo per arrotondare le spese.

E in più va anche detto che la stragrande maggioranza degli italiani lo fa non tanto per il guadagno che ne può derivare (che ovviamente non dà mai fastidio) quanto per la passione, l’adrenalina e le sensazioni forti che si possono provare.

Ma se un tempo si scommetteva attraverso la celebre schedina, oggi invece è il betting a farla da padrone, una modalità che si è rivelata vincente perché garante continuamente di nuove modalità divertenti e coinvolgenti.

Questo per ovviare al fatto che la scommessa oggi, proprio per questi siti, è decisamente più facile, si può fare da casa, dal proprio computer o dal proprio smartphone con dei semplici click, senza rischi e anzi potendo sfruttare non pochi vantaggi.

Su ogni sito è possibile scegliere quale tecnica utilizzare: potete quindi decidere se puntare sul risultato finale, o sul singolo giocatore, o su coppie di giocatori. Inoltre potete anche seguire i più svariati sport, non solo il calcio, nonché diverse competizioni: Serie A, LaLiga, sport minori, finanche alle competizioni internazionali.

Fate attenzione a che il better scelto sia valido (attraverso le recensioni potete farvi un’idea), perché altrimenti potreste trovarvi ad affrontare brutte sorprese.

Cosa sono le scommesse sportive. Le scommesse online rientrano nel campo del gioco d’azzardo: esse consistono nel fare pronostici su come un evento possa avere esito. Si tratta di un funzionamento molto facile, perché se la previsione si rivela sbagliata si perderà il denaro investito; se la previsione è esatta, si andrà a vincere una cifra.

Fondamentale in questo settore è il Bookmaker, ovvero la persona (o, molto meno di frequente, l’algoritmo) che gestisce le scommesse e che poi versa/riscuote il denaro in caso di vincita o perdita.

Questa figura è solitamente autorizzata da chi ne compete, e deve quindi seguire delle regole messe in chiaro dall’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato (AAMS), ente che ha funzione di controllo e vigilanza.

Naturalmente dovete analizzare bene l’evento sportivo prima di giocare, cercando di individuare i possibili risultati, o quelli da considerare.

Tra le cose più interessanti che si possono trovare sui siti di betting ci sono i Welcome Bonus, ovvero dei bonus senza deposito che consentono al neo-giocatore di piazzare la sua prima giocata senza andare ad intaccare il suo patrimonio personale.

Non solo: i giocatori più fedeli (ovvero quelli che vengono spesso sul sito) vengono premiati con dei bonus settimanali.

Come sono nate le scommesse online. Come detto inizialmente, le scommesse online sono diventate estremamente popolari negli ultimi anni (non solo in Italia), anche e soprattutto per via del costante miglioramento delle piattaforme di gioco, nonché della loro sicurezza.

Le scommesse online si può dire che siano nate nel 1994, nello stato di Antigua e Barbuda in cui venne approvata una nuova legislazione che permetteva una liberalizzazione del mercato, scommesse online comprese.

All’inizio però i metodi erano un po’ rudimentali, e l’esperienza di conseguenza non molto piacevole rispetto al gioco fisico. Nel tempo, però, l’efficienza ha potuto raggiungere livelli molto alti, con giochi in sicurezza e sensazioni incredibili.

E non dimentichiamoci dello sviluppo della tecnologia, l’altro grande fattore che ha permesso lo spostamento degli scommettitori dalle schedine ai display.

avellino, benevento, caserta, napoli, salerno