Week end di luce e tradizione in Campania

Tutti gli appuntamenti del fine settimana dell'Immacolata nelle province di #terradamare
di Redazione Ecampania.it - 07 Dicembre 2018

Dalle falde del Vesuvio all’Irpinia, dal Sannio al Cilento: ovunque rivive, questo fine settimana, l’antica tradizione del falò, che brucerà i malumori dell’anno appena passato e ravviverà la fiamma di quello venturo.

I fuochi in #terradamare, a dicembre, celebrano la Madonna, l’Immacolata Concezione che si festeggia sabato 8 a seguito di un dogma, proclamato da Papa Pio IX nel 1854, in cui fu sancita l’immunità della Vergine Maria dal peccato originale.

In provincia di Avellino sono ben tre gli appuntamenti che rivivono la tradizione dell’accensione dei falò: la "Notte re la Focalenzia", in programma nel centro storico dell’antico borgo di Castelfranci; i "Fuochi Allavorati" di Luogosano, salde e imponenti costruzioni assemblate tramite una scrupolosa disposizione di strutture erbacee e legnose;  e i “Riti di Fuoco” di Lioni, la manifestazione all’insegna delle tradizioni del territorio irpino, in un contesto ancestrale di narrazioni, spettacoli, musica ed enogastronomia.

A Castellammare di Stabia, in provincia di Napoli, la festa dell’Immacolata Concezione è una celebrazione molto sentita da tutti gli abitanti, una vera e propria tradizione che si tramanda di generazione in generazione e che si lega indissolubilmente al rituale del fuoco, ‘o fucaracchio, legato, a sua volta, a una leggenda che si perde nella notte dei tempi di vocazione marinara.

Nella vicina Torre del Greco, Il culto dell’Immacolata Concezione ha una storia antica, che risale al ‘500. Nella Città del Corallo, l'8 dicembre di ogni anno la statua della Madonna viene portata in processione su un grande carro trionfale lungo le vie del centro storico. Il carro, che viene costruito ogni anno con una tematica diversa,  è portato in giro da centinaia di persone.

Il giorno in cui si festeggia l'Immacolata Concezione, inoltre, rappresenta l’inizio “ufficiale" delle festività natalizie: in famiglia ci si dedica generalmente al presepe o all’Albero di Natale, mentre le città e piccoli borghi risplendono delle luci e dei colori dei mercatini.

Nella nostra guida, in continuo aggiornamento, troverete una lista dei più suggestivi e tradizionali Mercatini Natalizi in Campania, divisi nelle cinque province.

Qualche proposta? La quinta edizione di “Adventum – Villaggio di Natale” ad Airola, in provincia di Benevento; la magia del Natale e i suoi mercatini al Castello di Limatola; “Il villaggio di San Nicola” nella frazione Amalafede di Stella Cilento; i mercatini al Castello Mediceo di Ottaviano, a Castellabate, al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, a Mirabella Eclano, a Summonte, a Casertavecchia, e la “Festa del torrone” a San Marco dei Cavoti.

Non potevano mancare, infine, gli appuntamenti con la tradizione del presepe che accompagna, da sempre, le festività del Natale in Campania.

Oltre alla celebre Fiera di Natale di San Gregorio Armeno, a Napoli, la fede e la tradizione si rinnovano nel “Presepe Vivente” tra le strade e le corti di Borgo Sala a Corbara, in provincia di Salerno; nel presepe diffuso tra Conza e Cairano, due suggetivi borghi dell’Irpinia; nella Mostra d'Arte Presepiale di Cimitile e quella di Villa Fiorentino a Sorrento, e nella "Mostra Internazionale d'Arte Presepiale" di Giffoni Valle Piana. Infine, uno dei borghi più suggestivi e affascinanti della Costiera Amalfitana, Atrani, ospiterà "La Magia del Presepe", la mostra dei presepi ceramici della città italiane di antica tradizione.

avellino, benevento, caserta, napoli, salerno Data/e: da 08 Dicembre 2018 a 09 Dicembre 2018