Vico Equense. Taglia il nastro il Museo dell’Arte Casearia

La famiglia De Gennaro e l’associazione Vico Equense Fast raccontano l’enogastronomia del territorio
di Redazione Ecampania.it - 05 Maggio 2017

Inaugurato lo scorso 4 maggio a Pacognano, frazione di Vico Equense, il Museo dell’Arte Casearia “Ferdinando de Gennaro”.

Nato grazie alla collaborazione tra il Caseificio De Gennaro e l’Associazione Vico Equense Fast, il museo offre un percorso culinario e gastronomico che si svincola tra le più antiche tradizioni casearie della zona, facendo luce sulle tecniche utilizzate per la produzione.

Un vero e proprio viaggio a ritroso nel tempo, che si snoda tra una grande varietà di prodotti, emozionanti foto di famiglia e rarissimi esemplari di macchinari per la scrematura del latte, nonché utensili ed attrezzature specifiche originali del IX secolo realizzate in rame e legno e perfettamente conservate. Un museo unico nel suo genere in Italia, in quanto la struttura sorge all’interno del locale storico risalente all’800 in cui è nato il caseificio De Gennaro: una secolare grotta scavata nella pietra di tufo adibita alla lavorazione del burro e alla stagionatura dei formaggi, un luogo denso di storia, tradizione e, nondimeno, di fascino.

LA GALLERIA FOTOGRAFICA

“Sento il peso della responsabilità, l’emozione e l’orgoglio di ricoprire ruolo così importante, ma conoscendo la famiglia arriveranno presto grosse soddisfazioni”, commenta Antonio Breglia, direttore del museo. Emozione e commozione anche nelle parole di Tommaso de Gennaro, responsabile del caseificio “Questa struttura si sposa con la tradizioni enogastronomiche di Vico Equense, tradizioni che la nostra famiglia porta avanti e conserva, grazie soprattutto a nostro padre e a chi lo ha preceduto, dal 1800”.

Presente all’inaugurazione anche il sindaco di Vico Equense Andrea Buonocore che sottolinea “Vico Equense sta diventando una città di grandi numeri, grazie all’importante percorso enogastronomico che sta facendo, è giusto che si candidi come una città del gusto e del mangiare bene”.

In questo suggestivo scenario prende vita inoltre il progetto “Il Viaggio del Gusto”, che prevede una serie di visite guidate su prenotazione comprensive di degustazione dei prelibati prodotti esposti, il tutto al costo di 8 euro a persona e 5 euro per i bambini al di sotto dei 10 anni.

napoli