A Roccadaspide in sagra la castagna

Ventiduesima edizione per la festa del borgo salernitano
di Giuseppe Scarica - 27 Ottobre 2014

Torna dal  30 ottobre al 2 novembre il tradizionale appuntamento con la Festa della Castagna di Roccadaspide in provincia di Salerno.

E’ arrivata alla sua  XXII edizione, la kermesse, diventata punto di riferimento del panorama enogastronomico campano, è premiata dai numeri con oltre 25.000 visitatori ogni anno.Si potranno degustare piatti a base di castagne, prodotti tipici cilentani, pane casereccio, pasta, salumi e formaggi, il tutto accompagnato da un ottimo vino. La Festa ha l’obiettivo di mettere in luce il connubio tra gastronomia e tradizione, folklore e artigianato.

In programma diversi appuntamenti legati alla manifestazione:

Martedì 31 ottobre, si terrà la premiazione di atleti rocchessi nelle varie discipline sportive e delle scolaresche che hanno partecipato al concorso sulla castagna, con l’esposizione dei lavori sulla “regina d’autunno”.

Mercoledì 1 novembre, visita guidata al Castello dei Principi Flomarino e cerimonia di gemellaggio tra le amministrazioni comunali di Roccadaspide e Trecchina. Infine, giornata di chiusura (2 novembre) dedicata ai bambini con “Le magie di mister Sandro”. Ogni sera, naturalmente, sono previsti spettacoli musicali tradizionali e degustazioni di prodotti tipici.

Come si apprende dal sito della pro loco di Roccadaspide la castagna è legata da lungo tempo alla storia della nostra regione nella quale sarebbe presente nella zona dei Picentini sin dal secolo XI d.C. Preziosi manoscritti, conservati nell’archivio della Badia di Cava, documentano l’esistenza già nel 1183-84 di castagneti nel Cilento. La parola “marrone” deriverebbe dal nome dell’antica città Tracia di Marronea, mentre il termine “castagna” deriverebbe: o da “kashtah” che in persiano significa frutto secco, o da “Kastania”, villaggio della Tessaglia, oggi in Grecia.

Area di produzione

La zona di produzione localizzata nella provincia di Salerno ed in particolare nell’area che comprende gli Alburni, il Calore e una buona parte del Cilento, coincidente in buona parte con il territorio del Parco del Cilento e Vallo di Diano.

salerno Data/e: da 31 Ottobre 2014 a 02 Novembre 2014