Il rito della Turniata a Ricigliano

In provincia di Salerno, al confine con la Basilicata, una tradizione che si rinnova il 15 giugno di ogni anno
di Redazione Ecampania.it - 12 Giugno 2019
Il rito della Turniata a Ricigliano

La “Turniata” è uno dei riti più antichi, forse risalente al periodo preistorico, si svolge il 15 giugno di ogni anno a Ricigliano, in provincia di Salerno, al a confine con la Basilicata.

Una tradizione ricca di colori, suoni, profumi, sapori che anima i festeggiamenti in onore di San Vito Martire, santo protettore degli animali, che inizia poco dopo l’alba quando i greggi sfilano per le strette viuzze del paese fra due ali di folla per raggiungere la Cappella del Santo.

Qui, alle ore 11.00, le greggi, i singoli animali e il popolo stesso, “turnano” (ovvero girano, da qui il nome del rito) tre volte intorno alla Cappella del Santo, come auspicio di abbondanza, crescita e prosperità. Se durante la corsa qualche capo entra in Chiesa, diviene proprietà del Santo.

Durante la "Turniata" viene lavorato il latte munto al momento dai pastori: la cagliata ottenuta serve per la lavorazione di formaggi.

Uno dei momenti più attesi e sentiti dalla popolazione, nel corso della giornata, è quando viene impartita la Benedictio Sollemnis SuperAnimalia, cioè la Santa Benedizione degli Animali.

Durante la manifestazione saranno aperti al pubblico, a partire dalle ore 12.00, gli stand enogastronomici, presso i quali i visitatori potranno assaggiare i piatti tipici della tradizione culinaria riciglianese.

La sera la festa continua con uno spettacolo musicale ed uno spettacolo pirotecnico che concluderà la lunga giornata.

La Turniata si svolge anche nel borgo di San Gregorio Magno. 

Il programma:
Ore 5:30 risveglio coi campanacci, i pastori dalle alture conducono le greggi alla Chiesetta di San Vito.
Ore 7:30 sfilata delle greggi per le vie del paese
Ore 11:30 dopo le Celebrazioni Liturgiche, prende il via LA TURNIATA (rito millenario)
Ore 12:00 apertura stand eno gastronomici, dove è possibile degustare piatti della cucina Riciglianese, accompagnati dall'ottimo vino Tempe del Platano e a suon di canti e balli il divertimento continua