Enzo Decaro e Antonio Onorato a La Balconata Furitana il 2 maggio

Chet Baker c’è, spettacolo di suoni jazz e racconti teatrali
di Redazione Ecampania.it - 28 Aprile 2015

Un viaggio sulla vita e la musica del trombettista americano Chet Baker. Lavoro teatrale, dai toni soffusi, che richiama l'atmosfera dei jazz club americani dell'epoca. Interpreti, la voce di Enzo De Caro ed il Quartetto di Antonio Onorato.  

Un altro grande spettacolo organizzato nell’ambito de La Balconata Furitana, la cui direzione artistica è affidata a Elio Lupi, Gino Aveta e  Nicola Muccillo.

Il grande trombettista americano sarà spiritualmente sul palco grazie a Enzo Decaro e Antonio Onorato. L’attore partenopeo interpreterà passi di vita dell’intramontabile musicista statunitense, senza mai interferire, come solo nei grandi concerti di jazz accade, con l’alternarsi degli altri strumenti. In questo caso, lo strumento dell’attore sarà proprio la sua voce che saprà con garbo entrare nei tempi giusti alternandosi con un altro soffio d’anima, quello del chitarrista e compositore Antonio Onorato. Il musicista, per l’occasione, utilizzerà la sua breath guitar Yamaha G10, chitarra in cui la forza, l'intensità e le dinamiche sono gestite attraverso l'emissione del fiato del musicista e non dalla pennata o dall'arpeggio, come di consueto.

Ci sarà, quindi, la chitarra che si tramuterà in tromba per scandire le note di celebri brani come “My fanny Valentine”, “Alone together”, “My one and only love”. Ad accompagnare Decaro e Onorato, Dario Franco al contrabbasso, Ivano Leva al piano e Mario De Paola alla batteria.

"Non c’è una classica regia - dichiara Enzo Decaro - è la musica di Chet Baker che ci ha ispirati e guidati. Una doppia figura, quella del trombettista americano, un po’ angelo, un po’ demonio. La sua vita personale è stata quasi un inferno, vissuta al limite, eppure ci ha lasciato una musica angelica. Credo che la sensibilità e il talento di Antonio Onorato, che pur non essendo un trombettista, ma un chitarrista che ha prestato il suono, siano state la chiave per entrare con delicatezza nel mondo di Chet , potendolo condividere con il pubblico”.

Ritornano alla grande e con un evento imperdibile gli appuntamenti de La Balconata Furitana, primo esempio concreto di turismo integrato in Regione Campania. Alle ore 19,00 di sabato 2 maggio, presso la chiesa di Santa Maria della Pietà a Furore, continua la rassegna di spettacoli.

Agli spettacoli sarà possibile accedere attraverso la sottoscrizione di un pass (la card di Balconata Furitana) che è possibile acquistare in loco.

Il progetto Balconata Furitana, opera di Furoré, società di promozione e sviluppo del turismo culturale e dei beni culturali guidata da Simone Pedrelli Carpi, e dell’amministrazione comunale di Furore, retta dal sindaco Raffaele Ferraioli, unisce agli spettacoli e agli eventi anche la possibilità di visitare un Museo di Arte Sacra Contemporanea in Ceramica e la Galleria di Ceramica d’Arte.

salerno Data/e: 02 Maggio 2015 La pagina Facebook de "La Balconata Furitana"