Eboli. E’ la notte dello Scorzamauriello

L'evento rievoca il folletto vestito da monaco, tipico della tradizione popolare meridionale
di Redazione Ecampania.it - 20 Ottobre 2017
Eboli. E’ la notte dello Scorzamauriello

Appuntamento a Eboli, in provincia di Salerno, da domenica 29 a martedì 31 ottobre 2017, con “La Notte dello Scorzamauriello”, uno dei maggiori eventi di folklore del Sud Italia, organizzato dall’Associazione "Le Tavole del Borgo" e incentrato sulla rievocazione colta di un folletto della tradizione popolare meridionale, vestito da monaco che – secondo la leggenda – in base al cappuccio che indossa (di colore rosso o nero) elargisce favori o dispetti.

Questo folletto, che elargisce favori o dispetti ed è riconosciuto in varie aree del mezzogiorno col nome di “Munaciello”, nella tradizione popolare ebolitana, diventa ‘O Scorzamauriello, che rimanda a una leggenda del 1400 secondo la quale un bambino, nato molto piccolo e con difficoltà nella crescita, fu vestito da monaco per un voto fatto dalla madre affinché crescesse normalmente. Il piccolo, nonostante il voto non voleva saperne di crescere e la gente iniziò ad additarlo con l’appellativo di ‘Scorzamauriello’.

Secondo un’altra versione, invece, il bambino fu dato in cura ad un convento subito dopo la nascita a causa della morte della madre. Tuttavia, qualunque sia la vera versione dei fatti, iniziò presto a diffondersi tra la gente la credenza che lo Scorzamauriello fosse magico e dispettoso. Si raccontava che, in base al cappuccio che indosssava, potesse elargire favori o al contrario dispetti: se di colore rosso, poteva donare somme di denaro; se nero, era preferibile fare attenzione agli oggetti in casa che potevano improvvisamente scomparire.

L’evento coinvolgerà l’intero borgo antico, dove il visitatore sarà accompagnato in un viaggio itinerante tra sapori e tradizioni, con cene-spettacolo e intermezzi musico-teatrali itineranti, attraverso i caratteristici vicoli del centro storico ebolitano al fine di divulgare, e rendere sapere condiviso, questa ed altre storie e personaggi della locale cultura popolare, raccontati ancora oralmente, affinchè non siano dimenticati ma rivivano attraverso un evento di altri tempi.

salerno Data/e: da 29 Ottobre 2017 a 31 Ottobre 2017 La pagina ufficiale