'A Chiena, la tradizione che rinfresca a Campagna

L’evento tradizionale che prevede l’allagamento delle strade del paese
di Maria Cristina Napolitano - 14 Luglio 2014
A chiena di Campagna

Uno tra gli eventi più caratteristici nel sud Italia è certamente ‘A chiena di Campagna, in provincia di Salerno. Si ripete ogni anno durante il ferragosto, la festa che per tradizione allaga le strade del paese con la deviazione parziale del fiume Tenza, affluente del Sele. Un corso artificiale permette all’acqua di percorrere il paese, in cui per l’occasione accorrono turisti curiosi da ogni dove per un evento di grande suggestione e fascino.

CLICCA QUI PER CONOSCERE LE DATE DELL'EDIZIONE 2015

Le origini dell’evento si perdono nel tempo. Secondo alcuni la motivazione dell’allagamento della città era legata alla pulizia delle strade e delle botteghe, come avveniva anche a Torino nel 1700 per la pulizia delle strade più importanti.

Secondo altri servì per ripulire la città dalla peste del ‘600, quando nel mese di agosto per ripulire le strade cittadine si pensò di deviare il fiume sfruttando la purezza delle sue acque. Altra ipotesi è che il sistema servisse per eliminare gli escrementi degli animali da soma durante il periodo estivo, quando le piogge erano scarse.

Nel 1889 con il restauro del canale artificiale e della pavimentazione del corso Umberto I, il principale corso cittadino, per permettere il deflusso delle acque fluviali evitando così l’allagamento delle abitazioni, si emanava un’ordinanza per avvisare la cittadina dell’allagamento in arrivo.

È dal 1982 che ‘a Chiena si è trasformata in un evento di grande richiamo turistico e di attrattività culturale, con un cartellone di eventi variegato che animano il paese in estate, in attesa dell’evento centrale con l’apertura del canale, nel periodo del ferragosto.

Dal 1994 è la Pro Loco Città di Campagna che gestisce l’appuntamento, occupandosi dell’organizzazione di concerti, rappresentazioni teatrali e animazione, sagre e degustazioni di prodotti locali, mostre, fiere.

L’acqua, captata in località Chiatrone, arriva da piazza Melchiorre Guerriero diffondendosi in tutte le vie del centro. Il fiume, lungo 17 km, nasce dalla sorgente Acqua Menecale all’interno dell’oasi naturale del Monte Polveracchio fra il valico Cancello di Sinicoli e la Gola del Malpasso. L’allagamento è provocato meccanicamente tramite un antico sbarramento in pietra.

Ma durante l’intero periodo dell’evento molte altre sono le iniziative “bagnate”.

‘A secchiata, per strada ci si diverte e ci si rinfresca a suon di secchiate d’acqua. La Passaggiata si svolgerà il sabato e la domenica. Chiena di mezzanotte, il 16 agosto a mezzanotte in punto, si apre il canale artificiale che devia l’acqua del fiume e si allaga letteralmente la città, per l’ultima “chiena” dell’anno e per l'evento all'insegna della fescura e del divertimento.  

salerno Sito Pro Loco