"Il Borgo dei Racconti". La galleria fotografica

Alla scoperta del "paese narrato" con una speciale App e l'utilizzo della realtà aumentata
di Marina Indulgenza - 16 Gennaio 2018

“Il Borgo dei Racconti” è un progetto di 15 pannelli (qui è possibile scaricare la "mappa dei racconti") che, attraverso la realtà aumentata, consentono di scaricare contenuti audiovisivi in formato digitale. L’effetto è sorprendente: muovendosi fra vicoli e piazze di Oliveto Citra, sarà possibile ascoltare, dalla stessa voce degli olivetani, pezzi significativi della tradizione orale della comunità. Si tratta di storie di emigrazione, vicende connesse al terremoto del 1980 e alla ricostruzione post-sismica, ma anche episodi legati ai costumi locali, alle tradizioni gastronomiche, ad angoli e monumenti del paese.

Utilizzando una App che si chiama Layar, i contenuti audiovisivi potranno essere fruiti attraverso smartphone e tablet, semplicemente puntando il device verso ogni singolo pannello. In questo modo, chi visita Oliveto Citra avrà la sensazione di essere accompagnato alla scoperta del paese da un’intera comunità.

Protagonisti sono i componenti della comunità locale - la famiglia Conforti, il piccolo Francesco Percibosco, il sindaco Mino Pignata, giusto per citarne alcuni - i quali offrono in dono, a chi visita il borgo, i loro racconti.

La produzione porta la firma prestigiosa di Scuola Holden di Torino, la scuola di storytelling e performing arts fondata nel 1994 da Alessandro Baricco. Lo sviluppo e il coordinamento dell’azione progettuale sono affidati a Noema, agenzia di comunicazione di Salerno. Responsabile del progetto è Ulderico Iannece, dirigente dell’Ufficio Tecnico del Comune di Oliveto Citra.

salerno