#ercolanocapitale, approvate dal consiglio comunale le linee programmatiche

Sette punti guida per rilanciare il centro vesuviano in vista della sfida
di Giuseppe Scarica - 11 Settembre 2015

Sono state recepite e votate dal consiglio comunale di Ercolano, le linee guida volute fortemente dal Sindaco Ciro Bonajuto in riferimento alla candidatura della cittadina vesuviana a Capitale Italiana della Cultura per il biennio 2016- 17.

Il documento programmatico,  sarà il viatico per stilare poi il dossier definitivo nel quale saranno inseriti i cardini della candidatura di Ercolano. Sviluppato su sette linee guida principali il documento  è la testimonianza dell’impegno concreto che l’amministrazione comunale sta concentrando in questa sfida definita dal Sindaco “affascinante e coinvolgente” nell’intervista rilasciataci all’alba della candidatura.

Le sette linee guida faranno riferimento a : “Ercolano Città creativa dell’archeologia”  nel quale dovrà spiccare il modello Ercolano con la partecipazione privata al rilancio degli scavi, “attrattore turistico” ovvero il miglioramento dell’utilizzo del sito da parte dei visitatori e dei relativi sistemi d’accoglienza,  “Recupero tessuto urbano” con la rigenerazione dei punti di accesso e recupero delle strade degradate, “Giovani tra scuola e lavoro” con percorsi formativi orientati all’archeologia ed al turismo, “Ercolano per la legalità” con lotta alla camorra e al racket per il recupero del tessuto sociale, gli ultimi due punti strategici invece sono rivolti al tessuto imprenditoriale della città per raccogliere la sfida e farla diventare permanente per un effettivo rilancio e sviluppo dell’area.

Un dossier che è il giusto proseguo di un processo che nel tempo sta diventando sempre più coinvolgente e che ha raccolto numerosi attestati di stima, simpatia e sostegno da parte di esponenti politici, dell’imprenditoria e del tessuto economico e sociale non solo del vesuviano ma da tutto il territorio nazionale. da Alberto Angela a Raffaele Cantone passando per il sindaco di Napoli De Magistriis al Cardinale Sepe.

napoli