Il museo archeologico di Nola

Dalla preistoria ai romani, uno squarcio nel tempo
di Giuseppe Scarica - 03 Marzo 2016

Il complesso monastico di Santa Maria la Nova di Nola ospita oggi il Museo Storico Archeologico e racconta attraverso gli oggetti e le opere esposte, la storia del territorio nolano.

CLICCA PER ACCEDERE ALLA PHOTOGALLERY DEL MUSEO STORICO ARCHEOLOGICO DI NOLA

CLICCA PER ACCEDERE ALL’INTERVISTA VIDEO DEL DIRETTORE DEL MUSEO ARCHEOLOGICO DI NOLA

Seguendo un ordine espositivo di tipo cronologico che si snoda su tre piani, la visita inizia approfondendo il periodo preistorico scandita dall’attività del Vulcano Somma-Vesuvio nelle prime tre sale. Tra le eruzioni ha segnato il territorio quella detta delle pomici di Avellino nell’età del Bronzo e quella c.d. di Pollena nel periodo tardo antico. Tra i vari reperti esposti risalta la ricostruzione delle capanne rinvenute durante lo scavo in località Croce del Papa a Nola; dimensioni e collocazione dei reperti all’interno dell’abitato è fedele alla collocazione al momento dello scavo, un eccezionale strumento didattico di particolare interesse ed immediatezza per i visitatori.

museo archeologico di Nola - foto di Giuseppe Scarica
museo archeologico di Nola - foto di Giuseppe Scarica
museo archeologico di Nola - foto di Giuseppe Scarica
museo archeologico di Nola - foto di Giuseppe Scarica
museo archeologico di Nola - foto di Giuseppe Scarica
museo archeologico di Nola - foto di Giuseppe Scarica
museo archeologico di Nola - foto di Giuseppe Scarica
museo archeologico di Nola - foto di Giuseppe Scarica
museo archeologico di Nola - foto di Giuseppe Scarica
museo archeologico di Nola - foto di Giuseppe Scarica
museo archeologico di Nola - foto di Giuseppe Scarica
museo archeologico di Nola - foto di Giuseppe Scarica
museo archeologico di Nola - foto di Giuseppe Scarica
napoli