Gragnano apre alla StreetArt con Jorit

Il murale dell’artista italo – olandese raffigura Totò nella celebre scena della Pasta in “Miseria e Nobiltà”
di Marco De Rosa - 07 Novembre 2017
Gragnano apre alla StreetArt con Jorit

Un Murale di Jorit anche a Gragnano. E’ bastata una settimana di lavoro per portare l’opera del grande artista italo – olandese anche nella Capitale Europea della Pasta.

Tema principale del murale è – e non poteva non essere così - la pasta, maneggiata da uno dei personaggi simbolo della Campania e della napoletanità: Totò, il principe della risata. L’opera che ritrae Totò nella celebre scena di “Miseria e Nobiltà” si trova in vico Zuccariello, una traversa di Via Nuova San Leone, la strada che porta a Piazza Marconi, alias Piazza San Leone.

Il murale è stato finanziato grazie ad raccolta fondi a fronte dell'evento “Wine Pasta Swing” organizzato a luglio scorso da Gragnano Hub in partnership con il “Consorzio Gragnano Città della Pasta IGP” ed ha come obiettivo quello di rinsaldare ancora di più il connubio tra Gragnano e l’arte bianca.

“E se non è Gragnano, desisti”, diceva Totò, sempre in “Miseria e Nobiltà”. Da secoli il nome di Gragnano è associato alla pasta, al vino, al panuozzo. Con Jorit Agoch, lo street artist italo – olandese cresciuto a Napoli, autore tra l’altro del bellissimo San Gennaro a Forcella; del murale dedicato a Massimo Troisi sulla facciata del Palaveliero a San Giorgio a Cremano, senza dimenticare il volto di Maradona nell’ambito del progetto di rigenerazione urbana del quartiere di San Giovanni a Teduccio; si apre uno spiraglio sulla riqualificazione urbana della città.

napoli Durata:
15 Minuti
Tipo: itinerari Il video ai ragazzi di "Gragnano Hub"