Creator Vesevo, l’arte sulla strada per il Vesuvio

Dieci opere in lava di artisti internazionali che coniugano ambiente e scultura
di Maria Cristina Napolitano - 06 Ottobre 2015

Un museo di arte contemporanea a cielo aperto, la strada che conduce a quota mille sul cono del Vesuvio, uno dei vulcani più amati e temuti al mondo, ospita dieci sculture opera di altrettanti artisti internazionali.

L’esposizione ha il titolo di Creator Vesevo, risale al 2005 e fu inaugurata dall’allora presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi. La prima scultura attende il visitatore che inizia la scalata per raggiungere il Vesuvio e il Parco Nazionale, nel comune di Ercolano, nella rotonda da cui parte la via Vesuvio e si tratta di “Listening with the eyes” dell’olandese Mark Brusse, un gigante di pietra con degli altrettanti enormi occhi che sembrano scrutare il visitatore che inizia il cammino e il meraviglioso paesaggio su Napoli e la costa. Le opere in lava vulcanica coniugano arte e natura in un connubio perfetto.

Collocate negli anfratti della strada, si scoprono una per volta. Le opere sono: Totem di Dimas Macero (Portogallo), l’Antenato di Vladimir Velickovic (Francia-Yugoslavia), il Tempo inesorabile di Johannes Grutzke (Germani), Gli occhi del Vesuvio di Lello Esposito (l’unico artista italiano presente), Terra vivax di Ruri (Islanda), Torso del Vesuvio 2005 di Miguel Berrocal (Spagna), Face au Vesuve di Denis Monfleur (Francia), Icaro di Antoni Segui (Francia-Argentina), L’angelo di fuoco di Alexander Fassianos (Grecia). 

GUARDA LA GALLERIA FOTOGRAFICA DELLE OPERE

Le opere vennero commissionate dal Comune di Ercolano e da Jean Noël Schifano direttore artistico che ne curò l’installazione, coinvolgendo una rosa di artisti di grande respiro internazionale per un allestimento che tenta di raccontare un territorio denso di arte e cultura ma spesso di difficile comprensione, così come complesse appaiono all’occhio del visitatore le sculture che man mano incontra.

Dagli occhi della maschera di Pulcinella, in posizione privilegiata e panoramica, si può guardare il paesaggio, anch’esso parte integrante del museo a cielo aperto, le opere sono dei totem perenni che ricordano il ‘magma’ creativo che infiamma Parthenope e il suo territorio.   

napoli Durata:
60 Minuti
Costo: Gratuito Tipo: strada