La mozzarella in carrozza: una prelibatezza tutta partenopea

Due fette di pane ed una lingua bianca di fiordilatte all’esterno croccante e all’interno filante
di Redazione Ecampania.it - 07 Gennaio 2016

La mozzarella in carrozza è una delle ricette più antiche della cucina napoletana: dorata, croccante all’esterno e filante all’interno. Un piatto sfizioso e gustoso, immancabile nelle migliori friggitorie e rosticcerie partenopee. Ottimo come antipasto ma anche come seconda portata, la mozzarella in carrozza è nata intorno all’ottocento per riciclare il pane raffermo ed il formaggio avanzato, ed oggi è una delle stuzzicherie più amate dai partenopei e dagli italiani in genere.

Anche noi del caseificio Ruggiero ne andiamo matti. L’origine del nome “carrozza” potrebbe riferirsi al fatto che la sezione del pane prima della guerra era tonda, quindi le due fette somigliavano a due ruote di carrozza. Altre storie suggeriscono invece, che il nome farebbe riferimento ai fili che si formano quando si mangia il pane, i quali somigliano alle biglie dei cavalli con le quali si guidavano le carrozze. Il piatto consiste in una fetta di mozzarella adagiata in due fette di pane, che fanno appunto da carrozza. Il pane viene immerso nell’uovo e nel latte, tal volta passato anche nel pan grattato o farina ed infine fritto. A volte, viene aggiunta anche una fetta di prosciutto o un filetto di acciughe. Per la realizzazione di questo piatto, quasi sempre si usa il fiordilatte, ma c’è chi preferisce la mozzarella di bufala. Inoltre, è possibile preparare la mozzarella in carrozza sia con il pan carrè, sia con il pane casereccio. La ricetta che vi proponiamo è la classica e prevede l’utilizzo del pane che a Napoli chiamano il pane cafone.

È semplice e velocissima da preparare, passate a trovarci presso il nostro punto vendita di Via Plinio, 18 a Torre Annunziata in provincia di Napoli per acquistare gli ingredienti e così potrete preparala comodamente in casa vostra. Il segreto per la riuscita delle mozzarelle in carrozza sta nella loro croccantezza, è importante fare attenzione che la temperatura dell’olio non si abbassi mai, quindi con estrema pazienza, è necessario friggere poche fette di pane per volta. Per essere estremamente precisi, in alcuni casi, viene utilizzato anche dello spago da cucina per legare tra loro meglio le fatte di pane, così da non far fuoriuscire la mozzarella. Questo piatto, se mangiato caldo è davvero una prelibatezza.

Ingredienti
200 g circa di mozzarella o fiordilatte di bufala
8 fette di pane “cafone” raffermo alte circa 1 cm
200 g di farina 00
8 uova
100 g di latte intero
olio di oliva per friggere
2 cucchiai di sugna
sale q.b.

Preparazione. Tagliate la mozzarella in 8 fette più o meno uguali alle fette di pane. Tra de fette di pane posizionare una fetta di mozzarella, premere leggermente il tutto perché rimanga compatto e procedere allo stesso modo per tutte le altre fette. Sbattere le uova insieme ad un pizzico di sale e un dito di latte e poi Infarinare ed immergere nelle uova le fette di pane. Congiungere bene i punti esterni delle fette di pane e fare in modo che assorbano bene l’uovo. Far scaldare abbondante olio in una padella e quando sarà caldissimo, calarvi le le carrozze due o tre alla volta e cuocerle finché saranno ben dorate. Prima di servirle passarle su una carta assorbente per eliminare l’unto in eccesso.

napoli