Castellammare. La Canesta, il nuovo pizza bistrot

Le pizze dello stabiese Giovanni Santarpia e la gastronomia del maestro Antonio Ferraro
di Clelia Esposito - 19 Giugno 2019

Castellammare di Stabia da il benvenuto a La Canesta, un pizza bistrot situato in Piazza Giovanni XXIII al civico 35.

Posizione strategia e favorevole per il nuovo locale che propone una formula innovativa e senza dubbio accogliente.

La Canesta sancisce l’unione delle pizze di Giovanni Santarpia, pizzaiolo stabiese di fama internazionale, che ha curato la consulenza del locale e la gastronomia di Antonio Ferraro, il maestro che delizia i cittadini stabiesi da oltre trent’anni.

“Per uno stabiese che vive a Firenze, partecipare all’avvio di un’attività nel paese d’origine è un onore. Quando sono partito da Stabia nemmeno sapevo anche parlare bene l’italiano. Spero che la mia pizza possa regalare emozioni, anche attraverso l’utilizzo di prodotti classici”; esordisce così il pizzaiolo di Castellammare di Stabia che accoglie con un sorriso gli ospiti del locale.

Accanto a lui c’è l’amico e collega Ferraro, che prima si lascia tradire dalla timidezza e poi afferma: “Troverete qui tutto quello che è locale, potrete mangiare quelle cose che un tempo si facevano a casa. Questo banco sarà sempre pieno di norcinerie, dalle verdure di stagione alla griglia, ai salumi e formaggi scelti”.

Il locale si presenta ampio e spazioso, con soffitti altissimi e un arredamento per lo più moderno, non manca però un tocco di “vintage” che ben richiama l’idea del bistrot. Sviluppato su due piani, dispone di tre ampie sale ed essendo situato difronte la villa comunale, non tarda ad arrivare tra una pietanza e l’altra la piacevolissima “aria di mare”.

Presentata anche “La stabiese”, una particolare pizza che porta la firma di Santarpia, dagli ingredienti scelti all’impasto. Crema di zucca, carciofi, polpo, limone di Sorrento ed olio Evo. Vincitore tra i diversi premi del “3 spicchi” del Gambero Rosso e del premio “Italia a Tavola”, Giovanni Santarpia sottolinea che la sua pizza, è più vicina a quella di un panettiere e che dunque è ben lontana dalla classica napoletana che ha una cottura più rapida ed alle volte può risultare leggermente gommosa. Le farina da lui utilizzata è la classica zero, l’impasto prevede una maturazione di circa 6/7 ore, per poi finire in cella da frigo ed il giorno successivo si prosegue con una lievitazione di circa 18 ore.

I pizzaioli de La Canesta sono Mario e Gerardo Calabrì, due giovani stabiesi, che sotto la guida di Santarpia, hanno seguito un percorso formativo ed affinato la propria arte.  

La Canesta nasce da un’idea imprenditoriale dei soci Antonio La Monica, Tommaso Sabatino e Antonio Ferraro e prende il nome dalla piazza che lo ospita. Nel 1987, in Piazza Giovanni XXIII, in seguito ad una delibera comunale, fu creato un giardino alberato circolare che ricorda una cesta, in napoletano “canesta”.  

La pizzeria bistrot, con i suoi 70 coperti, è aperta tutti i giorni a pranzo e a cena e in entrambi i casi è possibile usufruire del forno per un’ottima pizza, così come del banco per un delizioso panino.

napoli Telefono: 3894860300