Sant’Antonio Abate e Lettere uniti per la “Sagliuta”

Lo storico pellegrinaggio coincide con la conclusione dei festeggiamenti in onore della Santa Patrona
di Marco De Rosa - 18 Luglio 2017
Sant’Antonio Abate e Lettere uniti per la “Sagliuta”

Sabato 29 luglio 2017 partirà da Sant'Antonio Abate, in provincia di Napoli, “La sagliuta a Sant’Anna”, lo storico pellegrinaggio a Lettere che coincide con la conclusione dei festeggiamenti in onore della Santa Patrona della cittadina.

L’evento, organizzato dal Comitato Sant’Antuono e giunto alla sua VIII edizione, rievoca il tradizionale pellegrinaggio che gli abatesi compivano per omaggiare Sant'Anna, percorrendo l’antica mulattiera che collegava i territori pedemontani ai Monti Lattari, nell'epoca in cui il Comune di Sant’Antonio Abate era ancora la "Contrada Sant’Antonii", ovvero una frazione del Comune di Lettere.

Dopo l’autonomia, acquisita nel 1925, la tradizione si è perpetuata negli anni, sia per valori devozionali che popolari.

Quest’anno, in seguito all’avvio del processo di definizione delle Contrade Abatesi, si è ritenuto opportuno renderne protagonisti i rappresentanti, proponendo ai parroci e ai capi contrada di partecipare con la propria comunità all’evento, condividendone i vari momenti e consegnando alle istituzioni e al parroco di Lettere un proprio simbolo di fede e di amicizia.

A partire dalle ore 19.00 di sabato 29 luglio ci sarà un primo raduno in Piazza Don Mosè Mascolo, dove i membri del Comitato Sant’Antuono intratterranno i pellegrini offrendo loro granite e melonata.

Alle ore 21.30 si partirà verso il Santuario di Sant’Anna percorrendo Via Lettere, arrivati alla frazione San Nicola ci si fermerà per una breve sosta per poi ripartire alla volta del Castello Medievale, simbolo per eccellenza del legame storico e affettivo dei due Comuni protagonisti. Qui, il presidente del Comitato Sant’Antuono e i rappresentanti delle Contrade Abatesi, doneranno le ampolline d’olio d’oliva (anticamente utilizzato per alimentare le candele accese per Sant’Anna) al sindaco di Lettere Nino Giordano e all’Amministrazione Comunale affinché possano, a loro volta, consegnarle al parroco del Santuario.

Dopo la consueta ritualità, si entrerà all’interno delle mura per un breve rinfresco al quale farà seguito il lancio di lanterne di carta di riso in segno di amicizia. Terminata la sosta, si proseguirà verso il Santuario di Lettere dedicato a Sant’Anna per prender parte alla Santa Messa delle ore 24.00.