Napoli. Un viaggio nella morte nera

I luoghi della peste, il nuovo itinerario da scoprire domenica 29 ottobre 2017
di Giuseppe Scarica - 17 Ottobre 2017
Napoli i luoghi della peste

Appuntamento a Napoli domenica 29 ottobre 2017 alle ore 10.30, davanti alla metro di Piazza Dante, con un tour dedicato alla scoperta dei luoghi della peste proposto dalle associazioni culturali Antarecs e PA.VE. Palazzo Venezia,

Tra le metropoli europee che furono flagellate dal terribile morbo dal X al XVII secolo e che videro cancellare inesorabilmente, all’interno delle proprie mura, intere generazioni, non poteva mancare Napoli che, soprattutto nel corso della prestilenza del 1656, pianse oltre centomila vittime.

Il percorso guidato si articolerà proprio attraverso quei luoghi storici che videro consumarsi, nel XVII secolo, la più grande tragedia che la storia di Napoli ricordi.

Partendo da Piazza Dante, un tempo detta Largo Mercatello per via di un mercato a cielo aperto che divenne poi un lazzaretto nel corso delle pestilenze del 1647 e 1656 - rappresentato in maniera accurata dal pittore seicentesco Domenico Gargiulo, meglio conosciuto con il pseudonimo di Salvator Rosa, che vide morire proprio nel lazzaretto di Largo Mercatello il nipote e il cognato - si parlerà delle varie figure che facevano da corollario alla peste, come i monatti e gli untori.

A Port’Alba si introdurrà il mistero della doppia porta, sempre legata alla pestilenza. Percorrendo via San Sebastiano si giungerà in Piazza del Gesù dove si trova il famoso Obelisco dell’Immacolata che, stando al alcune leggende metropolitane, possiede un duplice significato, a metà tra l'horror e l'esoterico..

In via Benedetto Croce avrà luogo l’ultima parte del tour guidato all’interno della splendida dimora storica quattrocentesca di Palazzo Venezia, caduta nell’oblio proprio durante la terribile peste del 1656 e sede dell’Ambasciata della Serenissima Repubblica di Venezia fino al 1797. Qui, nella sala delle carrozze, sarà possibile visionare alcuni testi ed editti originali emessi dal XVI al XVIII secolo inerenti al periodo della peste: il "Codice Giustiniani" del 1560, “Tacitis et Ambiguis” del 1649, “Mediolanensis“ 1632 e “L'editto del 1722 di Carlo VI D’Asburgo, Imperatore del Sacro Romano Impero e Re di Napoli e Sicilia”, in cui si incentiva la coltivazione del grano e lo scavo dell sottosuolo per estrazione del tufo.

Alla fine del tour gli ospiti potranno gustare un delizioso aperitivo servito all’interno del settecentesco giardino pensile di Palazzo Venezia.

Il contributo organizzativo è di €10,00 a persona e comprende la visita guidata condotta da una guida abilitata della Regione Campania e l'aperitivo a Palazzo Venezia.

La prenotazione è obbligatoria entro e non oltre mercoledì 25 ottobre 2017.

napoli Data/e: 29 Ottobre 2017 Costo: €10,00 L'evento "I Luoghi della Peste" su Facebook