Napoli, Museo delle Carrozze: ritorno al passato

A Villa Pignatelli le carrozze del Marchese di Civitanova
di Maria Cristina Napolitano - 09 Giugno 2014

Successivamente ai lavori di restauro architettonico, adeguamento impiantistico e di allestimento curati dalla Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della Città di Napoli e della Reggia di Caserta, ha riaperto al pubblico una collezione museale caratteristica della cultura napoletana, le carrozze d'epoca di Villa Pignatelli.

Il museo fu inaugurato nel 1975 nelle rimesse (precedentemente scuderie) di Villa Pignatelli, uno dei più significativi esempi di architettura neoclassica di Napoli. In esso confluì la collezione di carrozze del Marchese di Civitanova precedentemente a Resina (Ercolano), a cui si sono aggiunte varie donazioni del conte Dusmet, del marchese Spennati, della Signora Strigari e dell'architetto De Felice che ne curò anche l'allestimento. Oltre a carrozze del XIX e XX secolo, sono esposti finimenti, briglie, morsi e tutto quanto concerne i cavalli e l'antico mezzo di trasporto.

Il nuovo allestimento si avvale di pannelli didattici, iPad e didascalie. I vari interventi sono stati realizzati con fondi ministeriali, finanziamenti Arcus Spa e col sostegno dell’Assessorato al Turismo e Beni Culturali della Regione Campania, cofinanziato dal Programma Operativo Regionale Campania Fondo Europeo di Sviluppo Regionale 2007‐2013.

Il Museo è una delle tappe di “Napoli è un paradiso!”, che costituisce a sua volta uno degli itinerari di “Viaggio in Campania. Sulle orme del Gran Tour”, il programma di visite ed eventi realizzato dalla Scabec con Campania Artecard per la Regione.

napoli Data/e: da 13 Giugno 2014 a 13 Agosto 2014 Sito ufficiale