Napoli Comicon 2015: Milo Manara firma il manifesto della kermesse

L’affascinante mulier si tinge di giallo e veste i panni di Yellow Kid
di Redazione Ecampania.it - 07 Aprile 2015
comicon napoli 2015 evento mostra d'oltremare

La capitale del sud è pronta per ospitare la XVII edizione del Salone Internazionale del Fumetto, il Napoli Comicon. Anche quest’anno l’evento si svolgerà presso la Mostra d’Oltremare di Fuorigrotta, dal 30 aprile al 3 maggio.

La manifestazione, interamente dedicata alla nona arte, ha registrato annualmente una grossa affluenza di pubblico, di espositori e di case editrici, divenendo così, dopo Lucca, uno dei più importanti festival di fumetto in Europa. Un progetto culturale che si concretizza attraverso dibattiti, seminari e manifestazioni cinematografiche, ma che offre soprattutto numerose opportunità di esposizione per giovani talenti. L’organizzazione ed il suo staff hanno già annunciato un accordo pluriennale che prevede il Comicon fino al 2017.

Le possibili date per le seguenti edizioni potrebbero essere le seguenti: dal 22 al 25 aprile 2016 si prevede la XVIII edizione, mentre dal 28 aprile al 1 maggio 2017 la XIX edizione. Se negli anni precedenti il fumetto è stato messo in relazione con arti quali la letteratura la musica e l’architettura, quest’anno tocca alla carta stampata. Il Napoli Comicon 2015 vuole approfondire la relazione esistente tra i fumetti e i mass media, partendo dall'assioma di Marshall McLuhan: "Il medium è il messaggio".

Un legame che si palesa dalla presenza dei fumetti sui quotidiani, ma anche da una serie di personaggi degli stessi che svolgono la professione di giornalista. Alcuni esempi sono Clark Kent nei panni di Superman, Peter Parker in Spider-Man e Vicky Vale di Batman. La tematica dell’edizione di quest’anno viene ripresa naturalmente anche nel manifesto del Comicon 2015, realizzato dall’artista Milo Manara, il quale sarà presidente onorario della manifestazione. A partire da quest’anno infatti, l’evento disporrà di una nuova figura, il Magister, un’icona di riferimento scelta per la vicinanza alla tematica dell’evento. Il manifesto ci mostra la “mulier” manariana nei panni di Yellow Kid, il bambino dal lungo camice giallo al quale viene attribuita la nascita del linguaggio fumettistico. Sul camice del personaggio apparivano solitamente frasi sgrammaticali e la frase scelta dal presidente per la realizzazione del manifesto è la seguente : “Oh, perbacco! Questo festival riguarda i fumetti e la stampa!”.

Un tocco di classe del maestro veronese che è riuscito, con l’aiuto dello studio d’immagine Doppiavù Desing, a creare un simbolo che rispecchia esattamente il pensiero della kermesse fumettistica. Il colorato e fantasioso mondo della nona arte è riuscito negli anni a superare una serie di pregiudizi culturali e ad acquisire un adeguato riconoscimento in tutto il mondo. L’obiettivo della manifestazione è proprio quello di emancipare il fumetto e l’animazione dall’essere soltanto un divertimento e un intrattenimento per i giovani, accorciandone le distanze da quelle che sono ritenute arti maggiori.

a cura di Clelia Esposito

napoli Data/e: da 30 Aprile 2015 a 03 Maggio 2015