Monetizzazione del dono: il laboratorio della Fondazione Oiermo

Formazione socio-politica alla parrocchia di Moscarella a Castellammare di Stabia
di Redazione Ecampania.it - 13 Giugno 2018
Monetizzazione del dono: il laboratorio della Fondazione Oiermo

“E’ possibile monetizzare il dono? Come conciliare business e carità”, questo il titolo del secondo seminario di formazione socio-politica organizzato dalla Diocesi di Sorrento Castellammare e dalla Fondazione O.I.E.R.MO. di Castellammare di Stabia.

Dopo il successo del primo incontro, tenutosi presso il Seminario di Don Bosco a Scanzano, il secondo appuntamento è in programma venerdì 15 giugno alle ore 19:30 presso il teatro della Parrocchia Gesù Buon Pastore di Moscarella.

Il terzo settore rappresenta la monetizzazione di servizi che un tempo erano propri della carità o del mondo del volontariato ed oggi sono diventati impresa. Questo modello oggi ha un senso e funziona in quegli ambiti del terziario dove l'efficienza e l'efficacia imprenditoriale migliorano il servizio in se. Ne sono esempio l'esperienza della reggia di Caserta e il Parco Archeologico di Paestum.

Lo stesso modello diventa però deleterio, in quegli ambiti dove il servizio è qualitativo e non quantitativo, perché per fare business bisogna massimizzare i profitti diminuendo le spese e di conseguenza la qualità del servizio.

Il laboratorio del 15 giugno, vuole essere una profonda riflessione sul terzo settore, che rischia di perdere di vista il proprio scopo. Un dibattito che ha lo scopo di fare chiarezza sul senso di questo ambito sociale, all’interno del quale parrocchie e associazioni sono pienamente radicate.

Interverranno il Mons. Franco Alfano dell’Arcidiocesi Sorrento Castellammare, il Professore Renato Briganti, docente di Diritto Pubblico alla Federico II, e il Dottor Enzo Marra, commercialista specializzato nel Terzo Settore.

napoli Data/e: 15 Giugno 2018