Investigatori per un’ora all’Escape Room di Napoli

Si attende l’apertura di una seconda sede al Vomero con la stanza Horror
di Maria Cristina Napolitano - 26 Ottobre 2015

Una stanza apparentemente comune, un arredamento apparentemente banale, una serie di casseforti chiuse con dei catenacci. Cosa c’è di strano in questa stanza tocca scoprirlo per uscirne. Un’ora è il tempo a disposizione per risolvere gli enigmi della Escape Room di Napoli, la prima aperta nel sud Italia mentre il gioco già spopola al nord e all’estero.

Si può scegliere tra due ambientazioni, lo Studio dell’Esploratore e la Prigione, si partecipa in gruppo da un minimo di due persone ad un massimo di cinque, per risolvere una serie di enigmi che porteranno alla soluzione, trovare dove è nascosta la chiave che vi permetterà di liberarvi dalla stanza. Aguzzare l’ingegno e prestare attenzione ai particolari, scaltrezza e tenacia sono gli ingredienti fondamentali per riuscire nel gioco. Novelli Sherlock Holmes per un’ora, realmente chiusi in una stanza da cui bisogna scappare alla ricerca di un prezioso tesoro rubato.

Mappe, libri, soprammobili e tanti altri sono gli indizi da raccogliere e studiare. Il divertimento è assicurato!

Escape Room è a Fuorigrotta, in via Diocleziano, 86 e si attende l’apertura della seconda sede al Vomero in via Scarlatti, 134 con la stanza Horror. La prenotazione è obbligatoria, si può giocare tutti i giorni dalle 10 alle 22 prenotando al numero 338.8354536 oppure 334.1325727 (dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 22).