Cibo a Regola d’Arte, l’Orgoglio della Tradizione

Prima edizione napoletana del fortunato evento food del Corriere della Sera
di Marina Indulgenza - 23 Ottobre 2017
Cibo a Regola d’Arte, l’Orgoglio della Tradizione

Un approccio al cibo come elemento narrativo, come qualcosa che è parte della nostra vita e che, allo stesso tempo, la racconta: sarà questo il filo conduttore di “Cibo a Regola d’Arte – L’Orgoglio della Tradizione”, lo storico appuntamento del Corriere della Sera diretto dalla food editor Angela Frenda che, da Milano, approda finalmente a Napoli, città fortemente voluta dagli organizzatori perché ricca di eccellenze gastronomiche da raccontare.

La manifestazione ha come partner istituzionale la Regione Campania e il Matronato della Fondazione Donnaregina per le Arti Contemporanee di Napoli; main sponsor sono Ferrarelle, Pasta Garofalo, Caffè Vergnano; Bellavista Franciacorta (wine partner); supporter Callipo, Mozzarella di Bufala Campana e Fiorucci Salumi; ILVE e Tescoma (technical partner).

All’interno del Refettorio di San Domenico Maggiore, una location un po’ fuori dai tradizionali circuiti turistici e che, proprio per questo, merita di essere conosciuta e ammirata, da venerdì 27 a domenica 29 ottobre 2017, si succederanno: 11 masterclass, 8 laboratori di cucina, 23 stelle Michelin, 2 spettacoli teatrali, 2 momenti musicali, 1 reading d’autore, 10 ore di degustazione, per un totale di 30 ospiti.

Si parte venerdì 27 ottobre con una cena “pre-opening” a numero chiuso dove gli ospiti potranno gustare i piatti degli chef Ernesto Iaccarino e Wicky Priyan, ed essere allietati dalla musica dei Foja. Inoltre, alle 21.00, l’inglese Rachel Roddy, foodwriter del Guardian, sarà insignita del Premio Internazionale alla Diffusione della Cultura Alimentare Mediterranea per i suoi libri di cucina mediterranea.

Sabato 28 ottobre, alle ore 11.00, appuntamento con la masterclass di Alessandro Borghese; a seguire, Gennaro Esposito, due stelle Michelin, presenterà i piatti della tradizione; Alfonso e Livia Iaccarino racconteranno la cucina del Sud; Massimo Bottura, tre stelle Michelin, preparerà un risotto che diventa pizza.

Domenica 29 ottobre si farà colazione con il Montblanc preparato con i marroni campani dal pasticcere Iginio Massari; alle 12.00, “capitone versus anguilla” con Pasquale Torrente e Andrea Berton, una stella Michelin, e l’amichevole partecipazione di Marina Confalone; Gino Sorbillo e Rosanna Marziale prepareranno una pizza “street food”; Caterina Ceraudo e Luca Abruzzino, due giovani talenti calabresi, ragioneranno sulle stagioni del loro mare; Adeline Grattard, chef stellata francese, terrà una masterclass sul “metissage”.

I più intraprendenti, potranno anche partecipare ai vari corsi di cucina in programma (a pagamento e con prenotazione sul sito), per imparare a fare la pasta e il pane con chef stellati come Gianluca D’Agostino, Lino Scarallo, Salvatore Bianco a Antonella Ricci e maestri pizzaioli come Franco Pepe e Renato Bosco.

Per tutta la durata dell’evento, non mancheranno degustazioni di vino con Mattia Vezzola, enologo e “chef de cave” che racconterà tre cuvée speciali di Bellavista Franciacora; degustazioni di caffè con Davide Roveto, trainer dell’Accademia Vergnano, sabato 28 alle ore 12.00 e domenica 29 alle 10.00; e degustazioni di cioccolato con Ferrarelle, in programma domenica 29 alle ore 11.00.

Previsti anche incontri culturali come lo spettacolo di Francesco Piccolo e Anna Bonaiuto, e gli interventi alle masterclass degli chef di Maurizio De Giovanni, Mimmo Paladino, Roberta Capua, Nina Zilli.

napoli Data/e:
da 27 Ottobre 2017 a 28 Ottobre 2017
il sito di Cibo a Regola d'Arte