Che soddisfazione: Anastasio sulle orme di Pino Daniele

Al Bourbon Street di Napoli la rivisitazione tratti dall’album con Amedeo Ariano e Massimo Moriconi
di Marco De Rosa - 24 Novembre 2015
Che soddisfazione: Anastasio sulle orme di Pino Daniele

Giovedì  26 novembre 2015 alle ore 22:00 al Bourbon Street di Napoli continua il tour di Anastasio: il sassofonista napoletano presenterà i brani tratti dall’album “Che Soddisfazione…” (Suoni del Sud, distribuzione Self). Ad accompagnare Anastasio ci saranno alcuni tra i musicisti che hanno lavorato al disco, tra cui le “Guest Star” Amedeo Ariano alla batteria e Massimo Moriconi al basso.

“Che soddisfazione… (instrumental Pino Daniele)” è il primo lavoro discografico da solista di Anastasio: il disco, iniziato a registrare nel settembre 2014, contiene brani di Pino Daniele in versione strumentale, riarrangiati in stile jazz contemporaneo e con sonorità moderne, senza discostarsi comunque troppo dalle armonie e melodie delle versioni originali dei brani di Pino Daniele.

Di gran pregio sono le special guest:  Eric Marienthal (uno tra i più grandi sassofonisti al mondo, sassofonista storico dell'Elektric Band di Chick Corea); Adam Rogers (chitarrista jazz di fama mondiale, ha collaborato con Chris Potter, George Garzone); il trombettista Fabrizio Bosso; il contrabbassista/bassista Massimo Moriconi (da sempre presente in tutti i dischi di Mina, in molti dischi storici di Fabio Concato); Amedeo Ariano (batterista di Sergio Cammariere, di Stefano Di Battista, Nicky Nicolai, Gegè Telesforo, Nick The Nightfly); Alfonso Deidda (sassofonista Salernitano che nel disco non suona il sax ma ha registrato pianoforte, clarinetto basso e flauto traverso); Pierpaolo Bisogno (vibrafonista/percussionista); Ernesto Vitolo, che impreziosisce due brani del disco suonando l'organo hammond.

Oltre queste famose guest stars ci sono altri importanti musicisti napoletani che hanno preso parte alle registrazioni, come Giancarlo Vorzitelli (arrangiamenti, pianoforte, tastiere e fisarmonica), Federico Luongo (chitarra), Luigi Della Notte (mandolino), Paolo Sessa (Fender Rhodes e pianoforte), Davide Afzal (Basso elettrico), Antonio Anastasio (batterista), Raffaele De Luca (percussioni), Peppe Fiscale (tromba sezione fiati), Antonio Di Somma (trombone sezione fiati).

Il Bourbon Street è una delle più belle realtà del centro storico di Napoli, regno della musica Jazz, da cui son passati artisti del calibro di Billy Cobham, Miles Griffith, Lynn Jordon. Il disco esce con etichetta "Suoni Del Sud" di Peppe Ponti ed è distribuito da “SELF”.