Buscaglione, Carosone, Modugno. Una notte di note al Sancarluccio di Napoli

Appuntamento a teatro venerdì 1 e sabato 2 febbraio 2019 con "Stasera in scena...BusCaMo?”
di Redazione Ecampania.it - 21 Gennaio 2019

L’Accademia Magna Graecia di Paestum accoglie l’idea del suo socio fondatore, l'attore e cantante Christian Mirone, di produrre uno spettacolo musicale che riporti in scena le note di tre straordinari artisti italiani: Fred Buscaglione, Renato Carosone e Domenico Modugno.

Appuntamento quindi venerdì 1 e sabato 2 febbraio 2019 al Nuovo Teatro Sancarluccio di Napoli con "Stasera in scena...BusCaMo?”, lo spettacolo che già nell’ironico titolo, contiene, i tre cognomi BUScaglione, CArosone e MOdugno.

“BusCaMo?” ricorda l’intercalare romanesco che lascia intendere che “potremmo prenderle di santa ragione”, mentre è ancora più presente nello spettacolo l’accezione napoletana del termine “abbuscare”, il cui significato è doppio e dipende prevalentemente dal contesto in cui viene usato.

“Abbuscare da qualcuno” significa prendere una sonora “mazziata”, una buona dose di schiaffi, ad esempio. Non sempre questa “mazziata” è fisica: una squadra di calcio che perde con un ingente numero di reti ha abbuscato, così come per qualunque altra sonora sconfitta.

In generale, quindi, usato in modo intransitivo, implica subire qualcosa di violento o di negativo. In modo transitivo, invece, significa ottenere, guadagnare qualcosa di positivo.

“Abbuscare qualcosa” implica sempre qualcosa di buono: “mi abbusco lo stipendio”. In genere, però, abbuscare si usa quasi sempre quando si ottiene qualcosa con molto sforzo, quando, insomma, c’è una vera e propria ricerca di quel vantaggio.

Nel caso dell’artista Christian Mirone il termine è da intendersi sia nel timore di render merito ai tre straordinari artisti, che nel secondo: abbuscarsi la gioia di un successo e “abbuscarsi qualche spicciolo” per pagare la produzione del prossimo spettacolo.

“Quante volte mi son ritrovato a canticchiare canzoni che non avevano un volto, ma avevano però voci distinte, lontane, vicinissime, ben riconoscibili, e quante volte ancora mi divertivo ad imitarle? Cosa avevano in comune quelle note e perché superavano il tempo? La curiosità porta allo studio. Il divertirsi cercando si traduce in un’idea: uno spettacolo di note spettacolari senza età. Il punto di unione? Fanno tutte parte di un ricordo indelebile non vissuto ma vivo non solo lontano, anzi vicinissimo ed attualissimo da raccontare a chi sa, a chi ricorda ed a chi ricorderà! In un solo spettacolo il sorriso di un incontro tra tre geni indimenticabili: Fred Buscaglione, Domenico Modugno e Carosone. Ed ecco tornare per loro il “chi è di scena”! La regola? Amare per la musica e per il pubblico. Il successo? L’immortalità, il divenire inconsapevolmente uniti! Lo strumento? La musica ed il suo carico d’amore e suggestione Il futuro? Il loro sorriso. Il punto in comune tra i tre? Lo scopriremo solo cantando” (Christian Mirone).

Lo spettacolo prevede la partecipazione di Sarah Falanga e della Compagnia stabile dell’ACCADEMIA MAGNA GRAECIA.

La direzione musicale e gli arrangiamenti sono a cura del M° Ginetto Ferrara. Al pianoforte, il M° Vittorio Cataldi; alla tromba, il M° Ginetto Ferrara; alla batteria, il M° Davide Ferrante; alle chitarre, il M° Andrea Palazzo.

 

 

 

napoli Data/e: da 01 Febbraio 2019 a 02 Febbraio 2019 Costo: intero € 18,00 - ridotto € 15,00/13,00 Telefono: 366 9555096, 324 7472262, 081 4104467 L'evento "BusCaMo? | Teatro Sancarluccio" su Facebook, Il sito web del nuovo Teatro Sancarluccio