Buongiorno Ceramica 2018 quattro giorni di eventi a Napoli

Da giovedì 17 a domenica 20 maggio 2018, una serie di visite guidate, mostre e incontri
di Redazione Ecampania.it - 16 Maggio 2018
Buongiorno Ceramica 2018 quattro giorni di eventi a Napoli

Appuntamento da giovedì 17 a domenica 20 maggio 2018 con la nuova edizione di "Buongiorno Ceramica": quattro giorni di visite guidate, mostre e incontri tra il Museo e Real Bosco di Capodimonte, il Museo Nazionale della Ceramica "Duca di Martina" e l'Istituto ad indirizzo raro "G. Caselli - Real Fabbrica".

La manifestazione è organizzata dal Museo e Real Bosco di Capodimonte, dal Polo Museale della Campania, dal Museo Nazionale della Ceramica Duca di Martina, dall’Istituto ad indirizzo raro G. Caselli - Real Fabbrica di Capodimonte e dal Comune di Napoli, con il patrocinio dell’Assessorato all’Istruzione della Regione Campania e in collaborazione con le associazioni Amici della Real Fabbrica, Il Gusto Buono di Napoli e Amici di Capodimonte onlus, che celebrano il weekend nazionale dedicato alla ceramica con un ricco programma di eventi e di esposizioni esclusive sulla preziosa porcellana di Capodimonte e sulle fabbriche di terraglia dei Del Vecchio e dei Giustiniani.

Fondata nel 1743 dal re Carlo di Borbone e da sua moglie, la regina Maria Amalia di Sassonia, la Real Fabbrica di Capodimonte ha dato inizio a una tradizione che non è mai finita.

Oggi si riaccende l’attenzione sulla produzione della porcellana napoletana con uno sguardo rivolto al passato ma allo stesso tempo attento alla ricerca di un design contemporaneo.

Ecco il programma completo

Giovedì 17 maggio, ore 10.30
Museo Nazionale della Ceramica Duca di Martina
Lo stile “all’etrusca” nella terraglia ottocentesca.
Un servito della manifattura Giustiniani
visita guidata a cura di Alessandra Zaccagnini

In occasione della manifestazione nazionale “Buongiorno Ceramica”, la direzione del Museo Nazionale della Ceramica Duca di Martina propone per la prima volta al pubblico il Servito da tavola “all’etrusca” della Manifattura Giustiniani di Napoli, databile tra il 1830 e il 1835.
L’esposizione dei pezzi più rappresentativi del servito sarà allestita nell'elegante sala da pranzo della duchessa di Floridia, uno degli ambienti originali della Villa, restaurato pochi anni fa.
Il servito, finora custodito nei depositi del Museo e donato allo Stato dal conte Carrara nel 1961, è composto da 176 pezzi, marcati con la G incussa. È realizzato in terraglia nera lucida e dipinto “a figure rosse”, e riprende il cosiddetto stile “all’etrusca” che replicava, nelle forme e nei decori, reperti di scavo realizzati sia in bronzo che in ceramica.
Il servito resterà esposto nella sala dal 17 al 20 maggio

Giovedì 17 maggio, ore 16.00
Museo e Real Bosco di Capodimonte
Uccelli e natura nel Real Sito di Carditello.
Un servito in terraglia per la corte della manifattura Del Vecchio
visita guidata a cura di Alessandra Zaccagnini

Si presenta al pubblico per la prima volta Il servito da tavola decorato con uccelli selvatici proveniente dal Real Casino di Carditello. Tratto dai depositi e scenograficamente allestito in una sala interamente dedicata all’arredo di quel Sito Reale, destinato alla caccia, il servito mostra grande varietà di forme e decori con piatti da esposizione e “da salvietta”, fiamminghe, casseruole, rinfresca bicchieri e rinfresca bottiglie, geliere e coprivivande, così come descritti in un inventario del 1828. La manifattura della fabbrica dei Del Vecchio, protetta e sostenuta sin dalla fine del Settecento da Ferdinando IV, nei primi decenni dell’Ottocento fornì numerosi serviti per la corte borbonica testimoniando la capacità della corte e del Regno di Napoli di tenersi al passo con la nuova moda che giungeva dall’Inghilterra.

Venerdì 18 maggio, ore 10.30
Museo e Real Bosco di Capodimonte
Fragili splendori dell’oro bianco di Napoli.
Porcellane della Real fabbrica di Capodimonte
visita guidata a cura di Paola Giusti e Maria Rosaria Sansone

La preziosa e rara produzione di porcellane del Museo e Real Bosco di Capodimonte, che comprende i celebri “gridi” di Napoli, vasellame e oggetti d’arredo, sino al celebre Salottino di porcellana, il boudoir privato della regina Maria Amalia di Sassonia, costituisce il fondamentale punto di partenza per chiunque voglia oggi avvicinarsi alla porcellana prodotta a Napoli.
 

Venerdì 18 maggio, ore 11.30
Istituto ad indirizzo raro G.Caselli - Real Fabbrica di Capodimonte
Dall’arte antica della porcellana alla contemporaneità

Apertura del forno civico contenente le produzioni delle aziende del territorio, le brodiere decorate dagli allievi del Caselli, i centrotavola “volare nel bosco” e i porta babà del Caselli.

Sabato 19 maggio, ore 10.30
Cellaio (Real Bosco di Capodimonte)
Mostra delle nuove collezioni dell’Istituto ad indirizzo raro G. Caselli

Real Fabbrica di Capodimonte
Si svolgerà anche una performance dal vivo dei maestri e degli allievi dell’Istituto.

Domenica 20 maggio, ore 10.30
Cellaio (Real Bosco di Capodimonte)
Il lungo viaggio del babà.

Tavola rotonda con Valter Luca De Bartolomeis e Fabrizio Mangoni
Mostra delle nuove collezioni dell’Istituto ad indirizzo raro G. Caselli - Real Fabbrica di Capodimonte

Domenica 20 maggio, ore 10.30
Museo Nazionale della Ceramica Duca di Martina
Lo stile “all'etrusca” nella terraglia ottocentesca.

Un servito della manifattura Giustiniani
visita guidata a cura di Alessandra Zaccagnini
Replica della visita del giorno 17 maggio

 

napoli Data/e: da 17 Maggio 2018 a 20 Maggio 2018 Telefono: 0817499130 Il sito del Museo di Capodimonte a Napoli