Premio Troisi: Renzo Arbore ricorda il genio

Nonostante il freddo incalzante, grande successo di pubblico a San Giorgio a Cremano
di Marco De Rosa - 30 Dicembre 2016
Premio Troisi: Renzo Arbore ricorda il genio

Successo di pubblico per la due giorni di musica e spettacolo in piazza a San Giorgio a Cremano, nell’ambito dell’anteprima Premio Troisi, che ha visto, dopo l’esibizione dei comici di “Made in Sud”, capitanati dal mattatore Gianni Simioli, l’atteso mega concerto di Renzo Arbore e della sua Orchestra Italiana.

Il tutto per ricordare Massimo Troisi e per anticipare quella che sarà la grande manifestazione del prossimo “Premio Troisi” che ritornerà nell'estate 2017. Sul palco di via Bachelet la grande musica napoletana, sapientemente orchestrata da Renzo Arbore, l’ha fatta da padrona appassionando il pubblico e coinvolgendolo in una sera di grande freddo. Un’altalena di emozioni quelle sprigionate dalle melodie partenopee che Arbore ha saputo convogliare sui presenti circondato da 15 talentuosi musicisti. Un concerto ricco di voci, di cori appassionati e assoli strumentali, che ha trasmesso irresistibili emozioni in maniera assolutamente travolgente e contagiosa durante il quale Arbore ha ricordato spesso, con commozione,  il suo grande amico Massimo Troisi.

La kermesse,  intitolata "Bentornato Premio Massimo Troisi",  ha  regalato ai cittadini  in maniera totalmente gratuita due giorni di grande spettacolo in attesa di un evento da troppo tempo sospeso ma che tornava necessario per continuare a diffondere in Italia e all’estero il nome della città e del suo grande figlio Troisi.

L'evento, finanziato dalla Regione Campania, è stato concepito dall'amministrazione come un contenitore nel quale vi sono già le novità programmate per la XVII edizione del Premio Troisi. Perfetta la macchina organizzativa che si è rodata in attesa di affrontare il ben più grande evento della prossima estate: il “Premio Troisi “, che vedrà in campo tutte le figure necessarie a garantire una completa tutela del territorio e dell'ordine pubblico.

"Portiamo in città un'anteprima del Premio dopo 5 anni di stop mantenendo la promessa fatta alla città e per condividere l’amore che ci unisce tutti al compianto Massimo - ha spiegato il sindaco Giorgio Zinno dal palco -. Quest'anno abbiamo affidato a tanti artisti il ricordo del nostro illustre concittadino, offrendo a tutti due serate di spettacolo e divertimento. Da qui ripartiamo per il 2017, quando al centro del Premio riporteremo i giovani talenti recuperando a pieno lo spirito del Premio Troisi”.

napoli