Storia e cultura

Itinerario di leggera montagna, che tocca i punti d’interesse dell’Alto Cilento, lontani dalle attrazioni turistiche principali dell’Alto Cilento, come Castellabate ed Agropoli, ma ugualmente affascinanti per le oasi naturalistiche presenti, per le fortificazioni edificate nel corso del tempo contro le invasioni, per le tradizioni secolari che offrono e per le mete balneari non contaminate dal turismo di massa.

Montagna, natura e storia: questo è l'Alto Cilento

Denominata la “Porta del Cilento”, Agropoli è il primo dei tanti punti d’interesse di tutta l’area. Incantevoli paesaggi, vedute mozzafiato, immersi nella tradizione popolare e turistica. Questo itinerario è perfetto per chi cerca di abbinare il relax che una giornata di mare può offrire, grazie alle bellissime spiagge della zona, alla scoperta delle tradizioni secolari del Borgo antico, quasi unico nel suo genere.

Alle porte del Cilento: Agropoli

Avellino ha una storia antica fatta di gloria passante dagli antichi romani che vi fondarono con Silla Abellinum, nell’attuale comune di Atripalda, ai Longobardi e ai Caracciolo che la ebbero in feudo.

Avellino: il capoluogo dell’Irpinia

La fede Cristiana mescolata all’enogastronomia eccellente della provincia di Benevento. Un itinerario per scoprire luoghi di culto ma anche tesori nascosti dell’alto Sannio percorrendo quelli che sono stai i luoghi di Padre Pio da Pietrelcina.

Sannio tra spiritualità e tradizione

Una proposta di itinerario all'interno degli scavi di Pompei. Con cartina alla mano, novelli scopritori di antiche vestigia, mettiamoci sulle tracce degli antichi pompeiani.

Have: il saluto ai visitatori di Pompei

Un itinerario che parte dalla necropoli con uno dei monumenti funerari maggiormente rilevanti, l’edificio di Eumachia, si risale la via di Nocera per visitare alcune importanti domus pompeiane sino all'Anfiteatro.

Pompei: dal mondo dei morti ai ludi gladiatori

Il capoluogo sannita, e la sua gloriosa storia raccontata attraverso i suoi monumenti che grondano gloria e gesta epiche. L’attuale Benevento deve la sua denominazione all’onore resogli dai Romani a seguito della Battaglia che vide gli stessi imporsi contro Pirro proprio durante le guerre sannitiche.

Benevento: dalla nefasta Maleventum alla gloria longobarda

Quest’anno ricade il bimillenario dalla morte dell’imperatore Augusto, avvenuta a Nola il 19 agosto del 14 d.C., èCampania ne commemora l’evento, seguendone le tracce nelle opere pubbliche e private e nelle celebrazioni a lui dedicate dal popolo romano.

14 d.C. – 2014: il bimillenario dalla morte di Augusto in Campania

Pagine