caserta
food
Acqua di Chef 2017: a vincere è la Pizza Contemporanea

Tutti i vincitori del contest promosso da Ferrarelle e Italia Squisita giunto alla sua sesta edizione. 

napoli
food

Rinnovato il tradizionale appuntamento all’interno del Parco Archeologico di Pompei con il taglio delle uve nei vigneti del Triclinio Estivo grazie a una convenzione con l’azienda vitivinicola campana Mastroberardino che, oltre a prendersi cura d

avellino, benevento, caserta, napoli, salerno
food
Ben 38 chef campani nominati “Disceples d’Auguste Escoffier”

Il 24 ottobre 2017,  nelle sontuose sale del Castello di Limatola , sono stati ammessi alla prestigiosa istituzione ben 38 nuovi discepoli di Escoffier, tra chef di cucina, ristoratori e pasticceri, provenienti da tutta la Campania.

napoli
food
Da Ischia con furore. La parabola di Angelo Mattia Tramontano

Lo chef pâtissier nativo di Gragnano, racconta la sua parabola ascendente nel panorama culinario italiano dopo un’estate passata sull’isola di Ischia al Danì Maison, al fianco delle due stelle Michelin Nino Di Costanzo.

napoli
food

Il ristorante “Zaira” di Pompei si congeda dalla città mariana con una cena che si è tenuta lunedì 16 ottobre 2017 e che ha visto la presenza di Angelo Mattia Tramontano, chef pâtissier del ristorante Danì Maison di Ischia.

benevento
food
Una birra artigianale campana protagonista al cinema

La golden ale “Abracadabra” è realizzata esclusivamente con ingredienti della migliore qualità. Il risultato è una birra dal colore dorato, limpida, con intensi aromi fruttati di mele e albicocche mature e un deciso sentore di malto.

napoli
food

A Torre Annunziata, in provincia di Napoli, "La Rampa del Porto" è, già da tempo, sinonimo di cucina di alta qualità: un piccolo ristorante, dalle pareti bianche e dagli infissi azzurri, un angolo di un’isola greca nel Golfo di Napoli.

napoli
food
Una gustosa conserva: le melanzane sott’olio alla napoletana

La stagione autunnale è giunta e l’inverno bussa alle nostre porte. Tutto intorno sembra raccontare di ripartenze e bilanci, di giornate più brevi e di foglie che cadono dagli alberi. A Napoli, però, è semplicemente tempo di conserve.