Acqua di Chef 2017: a vincere è la Pizza Contemporanea

Tutti i vincitori del contest promosso da Ferrarelle e Italia Squisita giunto alla sua sesta edizione
di Marco De Rosa - 31 Ottobre 2017
Acqua di Chef 2017: a vincere è la Pizza Contemporanea

Si è conclusa ieri sera a Riardo - presso il Parco Sorgenti Ferrarelle - Acqua di Chef 2017, la nuova edizione del concorso organizzato da Italia Squisita in collaborazione con Ferrarelle, grazie al quale chef e pizzaioli operanti in Italia o all’estero si sono sfidati nella reinterpretazione del più famoso piatto italiano nel mondo: la pizza.

Il tema scelto per l’edizione di quest’anno, “Pizza Contemporanea”, ha coinvolto i partecipanti in una personale e moderna reinterpretazione del celebre prodotto gastronomico italiano: ad ogni chef e pizzaiolo è stato infatti chiesto di inviare una foto o un mini-video che raccontasse la propria ricetta di pizza, scegliendo tra pizza classica (margherita o marinara) o creativa, sperimentando inediti abbinamenti e tecniche e valorizzando le materie prime dei diversi territori italiani.

Testimonial del concorso, due tra i maestri pizzaioli più amati e conosciuti sulla scena internazionale: Renato Bosco e Franco Pepe, che hanno aperto la strada ai partecipanti nei loro racconti video, il primo con un esempio di innovazione nel rispetto della tradizione, il secondo raccontando il ruolo chiave degli impasti.

La Giuria e i vincitori. I piatti dei finalisti nelle categorie Migliore Ricetta Creativa e Migliore Ricetta Classica si sono sfidati dal vivo nel corso della serata e sono stati sottoposti al giudizio della giuria in base rispettivamente alla creatività della ricetta e alla competenza nella tecnica esecutiva. I giurati sono stati professionisti del settore come Enrico Bonardo, Responsabile Relazioni Esterne Slow Food Italia, Emiliano De Venuti, CEO di Vinòforum, Antonio Puzzi, curatore di Pizza. Una Grande Tradizione Italiana - primo libro Slow Food Editore dedicato alla pizza, e Carlo Spinelli e Fiorella Baserga per Italia Squisita.

Ad aggiudicarsi il titolo di migliore ricetta classica è stato Pasqualino Rossi, della pizzeria “Elite Rossi” di Caserta mentre nella categoria Miglior Ricetta Creativa si è distinto Emiliano Corcione, della pizzeria “Morsi&Rimorsi” sempre di Caserta.

Nel corso dell’evento è stato inoltre premiato Antonio Polzella de “La Ventola” di Livorno, come vincitore della categoria Miglior Fotografia, giudicato in base all’originalità dello scatto o del girato insieme al contenuto del messaggio proposto.

I vincitori si sono aggiudicati la partecipazione gratuita all’executive master Pizza Culture, il Corso di Perfezionamento in Scienza, Cultura e Management della Pizza organizzato dall’ Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo con il supporto di Ferrarelle. In palio anche una fornitura di 200 kg di Farina Caputo a scelta e una fornitura di Birra Baladin, entrambi sponsor del concorso, che hanno anche messo a disposizione tutta l’alta qualità dei loro prodotti per la realizzazione della serata.

Con questa nuova edizione di Acqua Di Chef, Ferrarelle conferma il legame con il mondo della pizza eseguita a regola d’arte e la comunanza di importanti valori con questo piatto, rispetto delle tradizioni, apertura all’innovazione, costante aspirazione all’eccellenza e all’inimitabilità, alta qualità made in Italy, potendo vantare entrambi un posto indelebile nel cuore e sulle tavole degli Italiani.

caserta