Carditello racconta la storia di Terra di Lavoro

Il Real Sito diviene il centro di un lungo itinerario turistico-culturale
di Redazione Ecampania.it - 19 Aprile 2017
Carditello racconta la storia di Terra di Lavoro

In occasione delle aperture straordinarie del Real Sito di Carditello, dal 23 aprile al 25 giugno 2017 sono previsti 4 appuntamenti per ripercorre la storia e le vicende di Terra di Lavoro, attraverso quattro tappe che si snoderanno lungo un arco temporale che parte dagli etruschi, dai sanniti e dai romani e, passando attraverso il Medioevo e il ‘700 illuminista, arriverà fino all'epoca contemporanea.

Tutti i tour prevedono il servizio shuttle andata/ritorno con partenza dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli alle ore 8:00 e rientro previsto alle ore 14:00 circa. Quota partecipazione € 20,00.

Punti di incontro
ore 8:00 c/o MANN - Museo Archeologico Nazionale Napoli, piazza Museo, 19
ore 8:15 c/o Hotel Ramada, Via G. Ferraris, Napoli

VEDI L'INTERVISTA VIDEO REALIZZATA CON LUIGI NICOLAIS PRESIDENTE DELLA FONDAZIONE REAL SITO DI CARDITELLO

La Reggia di Carditello diviene il centro di un lungo itinerario turistico-culturale che toccherà i siti archeologici lungo l’antica Via Appia (Museo Archeologico dell’Antica Capua, Anfiteatro Campano, Museo dei Gladiatori e Mitreo), l’insediamento medievale di Caserta Vecchia, l’esperimento illuminato realizzato dai Borbone sulla collina di San Leucio e la collezione di arte contemporanea Terrae Motus, donata dal gallerista napoletano Lucio Amelio alla Reggia di Caserta.

L'imponente complesso architettonico realizzato nel 1787 da Francesco Collecini con affreschi di Jacob Philipp Hackert, in un secolo di attività ha rappresentato un laboratorio innovativo per la produzione della mozzarella, l’allevamento di cavalli, bufale e vacche e la coltivazione di cereali, foraggi, legumi, canapa e lino. Strutturata come una vera e propria azienda, la tenuta agricola dei Borbone è stata organizzata da Carlo e Ferdinando IV secondo i moderni sistemi agronomici del secolo dei lumi.

“Con questa iniziativa - dichiara Alessandro Manna, presidente del Distretto Culturale dei Siti Reali - oltre a proseguire l’impegno storico per Carditello, avviato sin dal 2006, parte ufficialmente la collaborazione con la Fondazione Real Sito di Carditello, presieduta dal prof. Luigi Nicolais e diretta dalla dr.ssa Angela Tecce. L’obiettivo strategico del protocollo d’intesa sottoscritto tra i due enti è di costruire una connessione permanente tra la fattoria borbonica di San Tammaro nell’ambito del grande itinerario delle Residenze Borboniche del Sud Italia, secondo un modello di partecipazione tra pubblico e privato sociale e attraverso attività di promozione culturale e di innovazione sociale. Per tale scopo, Siti Reali ONLUS ha istituito anche un fondo di valorizzazione per la Reggia di Carditello.

L’iniziativa promossa dall’Associazione Onlus “Siti Reali”, d’intesa con la Fondazione “Real Sito di Carditello” e in collaborazione con Agenda 21 per Carditello e i Regi Lagni e la Cooperativa SIRE, si svolgerà da aprile a giugno 2017 nell’ambito delle attività del Distretto Culturale dei Siti Reali.

4 APPUNTAMENTI | 4 TEMI

1. Medioevo Caserta Vecchia - Reggia di Carditello | 23 aprile
Visita all’antico borgo medievale e al duomo di Caserta Vecchia, le cui origini risalgono all’anno 860. In origine romana, venne poi interessata dalla presenza dei Longobardi, dei Normanni degli Svevi e infine dagli Aragonesi. Segue visita alla Reggia di Carditello.

2. Archeologico Santa Maria Capua Vetere - Reggia di Carditello | 14 maggio
Visita al circuito archeologico dell’antica Capua: anfiteatro (il secondo per dimensione dopo il Colosseo), mitreo (sacello dedicato al culto di Mitra un’antica divinità di origine persiana) e museo archeologico dell’antica Capua. Segue visita alla Reggia di Carditello.

3. Settecento Belvedere di San Leucio - Reggia di Carditello | 28 maggio
Visita al Complesso monumentale di San Leucio, patrimonio Unesco, espressione di un’idea precoce di distretto industriale nato dallo spirito illuminista dei sovrani borbonici. Qui Ferdinando IV di Borbone impianta un’industria tessile e un centro moderno dotato anche di servizi di assistenza sociale per la colonia di operai. Si visitano anche gli spazi abitati dai reali con il celebre bagno di Maria Carolina. Segue visita alla Reggia di Carditello.

4. Contemporaneo Terrae Motus - Reggia di Carditello | 25 giugno
Visita a “Terrae Motus”, collezione di arte contemporanea di Lucio Amelio, gallerista d’avanguardia della Napoli anni ’80, e che è stata donata alla Reggia di Caserta dove oggi è esposta in un nuovo allestimento. Terrae Motus raccoglie le reazioni di diversi artisti al tragico terremoto dell’Irpinia del 1980, tra questi Andy Warhol, Giulio Paolini e molti altri. Segue visita alla Reggia di Carditello.

Per prenotare contattare i numeri o la mail sottostante.

caserta Data/e:
da 23 Aprile 2017 a 25 Giugno 2017
Costo: 20 euro Telefono: +393891034905 Il sito ufficiale del Real Sito di Carditello