Pietrelcina. Nella quiete del borgo, i luoghi santi di Padre Pio

Dalla Chiesa della Sacra Famiglia a Piana Romana, un itinerario di fede nel Sannio
di Maria Cristina Napolitano - 18 Novembre 2015
Pietrelcina

Un luogo che ispira meditazione e tranquillità, nel silenzio del piccolo borgo di pietra e nel raccoglimento delle Chiese che accolgono il visitatore nel nome di Padre Pio, Pietrelcina, in provincia di Benevento, è il paese in cui nacque Francesco Forgione, San Pio, il 25 maggio del 1887.

A 12 km da Benevento e circa 300 m sul livello del mare, Pietrelcina ha origine antica, il nome deriverebbe da ‘pietra pucina’ ovvero pietra piccola. Le prime tracce storiche risalgono al XII secolo. Nel periodo successivo numerosi sono stati i feudatari che hanno retto il territorio, da Bartolomeo Camerario, ai Caracciolo, i D’Aquino, i Carafa. Ha sempre fatto parte della diocesi di Benevento e della provincia del Principato Ultra del regno di Napoli.

Il cuore del borgo è il ‘Castello’, il centro fatto di stradine strette, speroni rocciosi, piccole case arricchite da scalinate esterne. Proprio in una delle casette del centro antico nacque nel 1887 Padre Pio.

Oggi il borgo è meta di pellegrinaggi da ogni parte del mondo, ma non ha per questo perso il fascino e la suggestione che caratterizzano i luoghi colmi di fede e spiritualità. Si passeggia nelle stradine del borgo ammirando i tanti luoghi che sono stati centrali nella vita del frate.

GUARDA LA GALLERIA FOTOGRAFICA DI PIETRELCINA

L’itinerario di visita inizia dalla Chiesa della Sacra Famiglia, costruita per volere di Padre Pio stesso. La chiesa custodisce l’unica reliquia del corpo di Padre Pio conservata al di fuori di San Giovanni Rotondo. Alla chiesa è annesso un piccolo museo dove si conservano alcuni oggetti appartenuti a Padre Pio.

Da qui ci si sposta a piedi a visitare la Chiesa Madre di Santa Maria degli Angeli, dove Padre Pio celebrò la sua prima messa. Da Porta Madonnelle inizia la visita al borgo antico e ci si addentra tra le stradine tra salite e discese. Si incontra la Torretta, il rifugio di studio di Padre Pio dove ebbe le prime visioni demoniache e celestiali che caratterizzarono la sua santa vita. Dopo la cucina della famiglia Forgione, si visita la Casa Natale di Padre Pio e la Chiesa di Sant’Anna, la chiesa più antica del paese.

Ancora visibile è anche la casa materna di Padre Pio, la casa di Giuseppa Forgione che nel 1887 diede alla luce Padre Pio, la casa del fratello Michele dove dimorò anche Mary Pyle, ricca benefattrice americana e Padre Pio quando era divenuto già sacerdote.

All’esterno del centro storico di Pietrelcina è visitabile la masseria Forgione a Piana Romana dove venivano conservati gli attrezzi per i campi, il pozzo che fece costruire Padre Pio indicando il luogo esatto dove trovare l’acqua e l’olmo delle stimmate dove Padre Pio ricevette i primi segni della passione nel settembre del 1910, la cappella meta di migliaia di visitatori. Il luogo può essere raggiunto a piedi attraverso il Cammino del Rosario  oppure in auto dopo aver percorso circa 4 km dal bivio di Pietrelcina. 

benevento Durata:
2 Ore
Costo: Gratuito In auto da nord: A14 uscita casello Termoli-Molise, proseguire per Boiano, Benevento, Piterelcina, oppure uscita casello di Foggia proseguire sulla tangenziale e strada per Candela e imboccare l'autostrada Bari-Napoli, direzione Napoli, uscita casello Benevrnyo, proseguire per Benevento e uscire Benevento Ovest e imboccare la ss. 212 per Pietrelcina. Da nord via Roma-Napoli uscita casello di Caianello proseguire per Telese, Benevento, Pietrelcina. Da sud: via Reggio Calabria-Salerno (A3)-Avellino Est: imboccare l'autostrada Napoli Bari direzione Bari, uscire casello di Benevento, proseguire per Benevento, uscire a Benevento ovest e imboccare la ss.212 per Pietrelcina.