La Sagra del Ciammarruchiello a Buonalbergo

Nella cittadina beneventana, il 14 agosto “se sorchia, se struscia, se striscia”
di Redazione Ecampania.it - 07 Agosto 2017
La Sagra del Ciammarruchiello a Buonalbergo

Buonalbergo, cittadina in in provincia di Benevento, si prepara alla vigila di con Ferragosto la "Sagra del Ciammarruchiello" che, dal 1973, è diventata una vera e propria tappa obbligata per chi vuol trascorrere una serata di agosto in un grande ristorante a cielo aperto.

Location della manifestazione, organizzata dalla locale Pro Loco, sarà, come sempre, Piazza Garibaldi, dove saranno stati allestiti gli stand che apriranno al pubblico a partire dalle ore 20.00.

Il motto della serata: “se sorchia, se struscia, se striscia” è riferito al protagonista della festa, ovvero il ciammarruchiello, che, nel dialetto locale, si riferisce alla chiocciola o lumaca di terra.

I ciammarruchielli si raccolgono nei giorni precedenti nelle campagne buonalberghesi, e poi vengono fatti “curare” per far perdere la bava della lumachina. La mattina stessa della sagra vengono lavati e bolliti e poi conditi con sugo di pomodoro fresco, basilico e nepeta, un’erba profumata raccolta in zona simile alla menta.

Il ricco menù della sagra prevede anche i cecatielli (cavatelli), la montanara, una pizzetta fritta con pomodoro fresco, mozzarella e basilico, ottimi dolci fatti in casa e buon vino locale sannita.